Voce del Verbo di oggi: Riflettere. 2a coniugazione, Modo infinito. Di Andreina Corso

ultimo aggiornamento: 24/02/2015 ore 05:19

260

statua di eraclito LARGE

Voce del Verbo
Riflettere
Seconda coniugazione Modo infinito

Volendo, potendo, ci si potrebbe aggrappare a questo verbo duttile e ospitale.
Riflettere in quanto pensare, rivedere le proprie e altrui idee, per meglio capire da che parte andare, in che modo e con chi.
Sebbene solitario per vocazione, questo verbo ci assegna numerose responsabilità, ci mette in condizione di riparare alcuni errori, eventuali frettolosità o impeti scomposti, ci permette perfino di chiedere scusa.


Riflesso è anche luce, trasparenza, penombra addomesticata.
Il riflesso del sole sulle acque della laguna, trasforma come Re Mida, le onde in oro.
Le alghe danzano lievi e armoniose sui gradini viscidi delle rive.
E noi a riflettere su quei luoghi abitati dalla natura per capire che posto occupa il nostro osservare.
Di riflesso riflette il vento incuriosito dal sole accanto ad un gatto nero che pensa.
Anche lui. Come i pesci, gli uccelli e la pioggia ogni pensiero si spiega nel posto che la fantasia gli affida e che la vita gli consegna.

Andreina Corso

23/02/2015


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here