Voce del Verbo di oggi: Respingere. 2a coniugazione, Modo infinito. Di Andreina Corso

ultimo aggiornamento: 18/01/2015 ore 04:04

113

fidanzati amici arrabbiati litigati

Voce del Verbo
Respingere
Seconda coniugazione Modo infinito

Respingere, mandare indietro, arretrare, spingere in là.
Verbo sgarbato, in fondo.
Si respinge una domanda di lavoro, un’offerta di aiuto, una collaborazione.
Si respinge un consiglio, un’indicazione, una proposta.


Ma chi sei caro verbo per allontanare chiunque ti ponga delle domande?
Per mandar via ciò che non ti garba, che ti infastidisce?
A differenza dei corsi d’acqua dolce e salata che puntano sempre verso il mare, ti chiudi in uno stagno e ti affidi ai consigli delle rane e dei rospi che nulla devono chiederti.
Così tu nulla dovrai respingere.
Ti osservano con occhi curiosi, mentre ti barrichi fra le foglie e ti metti a nanna per sognare un mondo senza domande.
Ti sveglieranno i girini con uno strano canto d’acqua.

Andreina Corso

[17/01/2015]


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Please enter your comment!
Please enter your name here