Voce del Verbo di oggi: Nascondere. 2a coniugazione, Modo infinito. Di Andreina Corso

ultimo aggiornamento: 12/03/2015 ore 05:14

104

bambini nascondino LARGE

Voce del Verbo
Nascondere
Seconda coniugazione Modo infinito

Nascere
Ancora
Senza
Conoscere
Odio
Nascosto
Dentro
Esiliato
Riconoscente
Errare


Nascondere quando non si può mostrare, non si può dire.
Nascondere la verità, illudersi di poterla occultare, renderla invisibile, sotterrarla con cura.
Nascondere un sentimento, una sensazione, nascondere per scelta o per necessità.
E poi il luogo, il nascondiglio che abita in noi, ha pareti solide e porte aperte, affinché il segreto scelga con chi stare. Con noi o fuori di noi.

Mascherare il nostro essere noi e solo noi stessi. Talvolta lo richiedono le circostanze, le verità difficili a dirsi, a rivelarsi.
Nascondere un problema per evitare complicazioni, inventarsi realtà inesistenti, talora capita, così come succede di nascondere a sé stessi una verità e fingere (involontariamente) di dimenticarla.
Nascondere è anche un gioco, il nascondino, ecco che i bambini cercano posti sicuri, non vogliono farsi trovare e quando qualcuno li scova, un po’ si arrabbiano e un po’ sono contenti.
Sì, perché la cosa peggiore è ignorare o sentirsi ignorati.

Andreina Corso


11/03/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

  1. Nascondere..mi viene in mente il nascondino ,il gioco della mia infanzia… Si dice che l’infanzia sia la primavera della vita …E’ la stagione più bella,più colorata e più divertente. E’ l’età dell’incoscienza,della speranza e della bontà. E’ il periodo della vita in cui non c’è cattiveria,in cui basta guardarsi negli occhi per divertirsi,in cui basta un piccolo gesto per essere felici… Quelli dell’infanzia sono i giorni che ho vissuto più immensamente.Ricordo quasi tutto di quella stagione meravigliosa. Mi basta chiudere gli occhi un attimo per rivedermi correre assieme ad altri bambini per nascondermi dietro agli alberi e ai cespugli di quel parco parco giochi. Già…proprio quel parco giochi in cui passavo i miei pomeriggi a giocare a nascondino . Sembra essere passata un’infinità di tempo… Forse sto crescendo troppo in fretta, ma mi manca quella spensieratezza e quel divertimento che avevo da bambina;mi manca sentire mia madre che mi chiamava quando faceva buio dicendomi che avrei giocato il giorno seguente;mi manca la bambina di 8 anni che correva assieme ai suoi amici,che amava giocare a nascondino e che accettava persino perdere una partita perchè per lei era più importante divertirsi;mi manca quella stagione che, purtoppo, non ritornerà mai più…

Please enter your comment!
Please enter your name here