29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Voce del Verbo di oggi: Guardare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

HomeVoce del Verbo di Andreina CorsoVoce del Verbo di oggi: Guardare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

bambini con occhiali

Voce del verbo

Guardare
Prima coniugazione
Modo infinito

Guardare, osservare, puntare gli occhi: vedere e non vedere.
Dipende dall’attenzione, o forse dalla disattenzione.
Guardare, magnifica circostanza per conoscere, per assimilare la vita, per valorizzare il nostro saper vedere, nutrimento dissetante della conoscenza.

– Ti vedo oggi per la prima volta, le tue parole mi hanno incantato!
– Eppure mi conosci da tanti anni, perchè non ti sei accorto di me, prima?
– Perchè non ti vedevo, anche se ti guardavo, non avevo capito che…
– E adesso lo sai?
– Sì adesso so che se avessi guardato in fondo al tuo cuore, avrei conosciuto una creatura dolce e intensa.
– Sì, però è tardi, quel che si è visto si è visto…
– So che da domani guarderò in modo diverso, magari infilandomi gli occhiali giusti…
– Domani è già ieri e gli occhiali vanno prima provati, difficile che una lente rimedi ad una disattenzione.

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

4 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Cosa pensa di me quell’amica che mi guarda? Me lo chiedo sempre, e non so cosa pensare, se mi guarda con interesse, o se mi guarda per capire chi sono.

  2. Mentre guardo una persona, cerco di scoprire chi è. Mi faccio un’idea, ma poi la riguardo e me ne faccio un’altra. Poi ci ripenso e ci provo ancora.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.