Voce del Verbo di oggi: Festeggiare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

ultima modifica: 26/12/2014 ore 06:33

110

natale verona stella piazza bra

Voce del Verbo
Festeggiare
Prima coniugazione Modo infinito

Un cielo cupo ha aperto lo sguardo su di noi. Su di noi che da lui, sempre, ci aspettiamo qualcosa. E’ più facile chiedere miracoli a chi sta lontano.
Chi ci è vicino chiede a sua volta i suoi miracoli.

Ma è già passato, è già trascorsa la notte di Natale, i doni son stati dati e noi li abbiamo ricevuti.
I bambini dormono stanchissimi nei loro letti caldi, noi mettiamo posto le cose, laviamo i piatti e riordiniamo. A quest’ora circa l’una di notte del 25 Dicembre c’è qualcuno che scrive.
Eccoci, è già ieri.

Festeggiare il Natale, vivere un momento felice, quando si può.
Ma è già domani.
Questa notte chi ha voluto e potuto ha festeggiato il Natale in famiglia, ha stretto al cuore i bambini con il desiderio di assicurare loro un domani migliore.
C’è uno stupore che incanta ed è difficile dargli un nome.
Si dice Natale e tutto si spiega.
Ma è già domani.
Perché la notte ha occupato il candore di ore liete?
Ma è già domani e in cielo ci sono tante stelle,
mentre tu insisti nel dirmi che ci sono le stelle.

Andreina Corso

[25/12/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Carnevale di Venezia 2020
➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti

Una persona ha commentato

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here