Voce del Verbo di oggi: Annebbiare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

ultimo aggiornamento: 04/11/2014 ore 04:14

159

venezia con la nebbia

Voce del Verbo
Annebbiare
Prima coniugazione Modo infinito

Annebbiare… la vista, il cielo, la ragione, la certezza.
Annebbiare il domani.
Se la nebbia si affaccia sul mare, i colori si tingono di mistero.
Gli uccelli diventano punti scuri in volo.
E talvolta un raggio di sole coraggioso cerca di attraversare la cortina di velo.

Si annebbiano le certezze quando l’ingiustizia le sovrasta.
E così può capitare che si assolvano i criminali e che un ragazzo fragile morto a causa delle violenze subite in carcere… rimanga lo stesso ragazzo, però morto due volte: la giustizia per lui non c’è, non esiste. I picchiatori sono stati assolti, il fatto non sussiste.
Forse quel ragazzo è morto per finta.
Eppure qualcuno farebbe bene a preoccuparsi delle conseguenze dell’annebbiamento, della perdita di lucidità, della consistente sfiducia che caratterizza il nostro tempo, che ci fa sentire soli e indifesi.
Se il nostro pensiero si annebbia, se “il che fare” si perde, se il futuro non si mostra e tu lo vedi appannato, se tutto si offusca… nulla potrai fare per contrastare gli eventi.

Andreina Corso

02/11/2014

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here