Violentava bambino autistico nei bagni della scuola elementare: arrestato insegnante sostegno

ultima modifica: 11/03/2016 ore 08:56

211

Violentava bambino autistico nei bagni della scuola elementare: arrestato insegnante sostegno

Un collaboratore scolastico del quale tutti si fidavano. Nel privato, però, avrebbe avuto un inquietante atteggiamento: trascorreva troppo tempo in bagno con un bambino autistico di 10 anni che gli era stato affidato per gli spostamenti all’interno dell’istituto.

Un’insegnante di una scuola elementare di Cinecittà Est, alla periferia della Capitale, ha rilevato che c’era qualcosa che non andava e il 20 febbraio ha presentato denuncia alla polizia. E gli accertamenti della Squadra mobile, con telecamere nascoste e intercettazioni ambientali, hanno svelato subito una realtà agghiacciante: il bimbo veniva violentato sistematicamente dall’assistente.

L’uomo, 54 anni, dipendente di una cooperativa, è stato arrestato dagli agenti della IV sezione. Quando i poliziotti sono andati a prenderlo a casa, il pedofilo non ha detto una parola. È rimasto in silenzio, non ha nemmeno tentato di difendersi mentre gli investigatori, diretti dal capo della Mobile Luigi Silipo, sequestravano un computer nel quale sarebbe stato trovato materiale pedopornografico.

I poliziotti hanno suonato il suo campanello e gli si sono presentati davanti. Lui è rimasto in silenzio, non ha provato neanche a difendersi. L’accusa di cui dovrà rispondere è pesantissima, quella di violenza sessuale aggravata nei confronti di un bambino autistico di 10 anni. Una fiducia spezzata da chi quel bambino lo avrebbe dovuto tutelare e che invece si è trasformato in un orco che ne abusava nei bagni della scuola elementare.

A finire in manette è il suo insegnante di sostegno, incastrato dalle immagini delle telecamere e dalle intercettazioni ambientali disposte dalla procura di Roma. Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile della Capitale, hanno preso il via in seguito alla denuncia presentata una ventina di giorni fa dalla maestra. La docente si era insospettita dall’eccessivo tempo trascorso in bagno dell’educatore in compagnia del bambino autistico, che soffre di un ritardo tanto da essere seguito come un bimbo di tre anni. Per questo gli era stato assegnato un insegnante di sostegno, collaboratore esterno dell’istituto, responsabile dell’assistenza nei confronti del piccolo.

Il pedofilo è stato incastrato dalle intercettazioni realizzate dagli agenti della Mobile. I filmati e gli audio non hanno lasciato spazio ad equivoci e così i poliziotti hanno deciso di intervenire arrestando l’insegnante di sostegno, 54enne incensurato romano.

L’uomo non avrebbe mai mostrato atteggiamenti ambigui in passato tanto da essere considerato anche all’interno della scuola una persona seria ed affidabile. Durante le perquisizioni i materiali informatici, oltre ad un computer, sono stati posti sotto sequestro in attesa di ulteriori analisi per verificare se l’uomo frequentasse siti a sfondo pedo-pornografico.

Le indagini, condotte dalla della IV Sezione della Squadra Mobile e del Commissariato Romanina coordinate da piazzale Clodio, proseguiranno anche nei prossimi giorni, per accertare o meno ulteriori reati commessi dall’uomo, che ora si trova in carcere.

Mario Nascimbeni
11/03/2016

(cod autiro)

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here