Vigili urbani di Roma assenti a capodanno, 44 di loro sarebbero senza alcuna certificazione

ultimo aggiornamento: 05/01/2015 ore 14:58

115

vigili roma assenteisti senza certificati

Vigili urbani di Roma sotto accusa per assenteismo, una vicenda tutt’altro che conclusa.
Lunedi’ mattina ci saranno le prime audizioni dei vigili urbani coinvolti e mentre Renzi promette nuove norme sulla licenziabilità nel pubblico impiego, risulterebbero sotto accusa particolare 44 agenti del Corpo che non si sono presentati in servizio e che “non hanno fornito alcuna giustificazione all’assenza ai turni della notte di Capodanno”, come scrive in una nota il vicesindaco, Luigi Nieri.

I 44 vigili urbani di Roma assenti “ingiustificati” dovranno dare spiegazioni sul perché la notte tra il 31 e l’1 non erano al lavoro. Quella notte si teneva il concertone al Circo Massimo e gli spettacoli ai Fori Imperiali, per questo erano previsti per strada – stando ai numeri riferiti dal Campidoglio – 905 agenti. Di questi, 767 (85%) non si sono presentati al lavoro.


La maggior parte dei vigili assenti era in malattia (571, pari al 75%), mentre gli altri hanno comunicato di godere del permesso per donazione di sangue, come previsto dalla legge.

Nel frattempo si è attivata anche una commissione interna, guidata dal vicecomandante Raffaella Modafferi, che affianca gli ispettori del ministero.

Redazione


[05/01/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here