Mestre, furgone ostruisce la strada, lampeggia e viene aggredito con mazza da baseball

VENEZIA – MARGHERA: RUBA FURGONE MA VIENE PRESO SUBITO DALLE VOLANTI.

Alle ore 2.50 circa di questa mattina, i poliziotti delle volanti, in seguito a una segnalazione di furto, trasmessa un’ora prima dalla locale sala operativa, hanno intercettato nei pressi di Via Fratelli Bandiera un autocarro HYUNDAY di colore bianco che stava percorrendo la carreggiata opposta a bassa velocità.

Gli agenti della volante hanno invertito il senso di marcia e verificata la corrispondenza della targa, hanno cominciato a seguire il mezzo, richiedendo l’ausilio di una ulteriore pattuglia. In accordo con i colleghi i poliziotti della seconda volante hanno predisposto un posto di controllo all’altezza di via Piave.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

Si è proceduto pertanto al fermo del veicolo e alla identificazione del conducente, un cittadino tunisino, M.R. di anni 30, residente a Marghera.

L’uomo sceso dal veicolo si è dimostrato subito molto agitato, e pertanto è stato calmato e successivamente accompagnato presso gli Uffici della Questura.

Nelle ore successive è stato contattato il legittimo proprietario dell’autocarro, che giunto sul posto non ha notato segni di scasso sul veicolo, nonostante la mancanza dell’autoradio e di un piccolo utensile.

Durante la riconsegna del mezzo, nel cassone posteriore è stata rinvenuta inoltre una bicicletta modello BMX che non apparteneva al proprietario del furgone, ma che lui stesso ha riconosciuto come la bicicletta del suo vicino di casa.

Pertanto è stato contattato anche il vicino di abitazione per il riconoscimento e la riconsegna delle stessa.

Il tunisino, già noto alle forze dell’ordine per precedenti penali inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti e reati contro il patrimonio, è stato deferito all’A.G. per il reato di ricettazione.

ULTIME NOTIZIE PUBBLICATE


Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here