7.5 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Verona, bambina grave per il tetano, genitori indagati: omissione obbligo vaccinale

HomeVaccini e vaccinazioniVerona, bambina grave per il tetano, genitori indagati: omissione obbligo vaccinale
la notizia dopo la pubblicità

Verona, bambina grave per il tetano, genitori indagati: omissione obbligo vaccinale
Verona, la bambina di dieci anni colpita da tetano è ancora grave in ospedale, ma la novità di oggi è che sotto accusa sono finiti i genitori.

La Procura della Repubblica di Verona ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di lesioni a causa di omissione dell’obbligo vaccinale nei loro confronti.

“Apertura indagini? Lo apprendo dalla stampa, al momento mi riservo di approfondire” ha commentato l’avvocato Thomas Cesaro, che assiste i genitori della bambina.

La coppia ha un’altra figlia, più piccola, che a sua volta non sarebbe vaccinata: “non posso rispondere se ci sono possono essere problematiche in famiglia, come intolleranze o allergie che dovevano sconsigliare qualche vaccinazione. Ci saranno delle opportune e successive valutazioni”, ha aggiunto il legale. “Di sicuro – ha rilevato – la mancata vaccinazione non è dovuta ad una scelta ideologica”.

Oggi in una conferenza stampa nella Direzione Sanitaria i vertici dell’Azienda Ospedaliera hanno confermato che “le condizioni di salute della paziente restano critiche, ma stazionarie”. Il decorso, hanno spiegato i medici, sarà lungo.

“Il tetano è una malattia molto pericolosa, che mette a rischio la vita e ci vorranno almeno tre o quattro settimane per il decorso. E’ il primo caso di tetano che vedo nei bambini, e così molti medici come me”, ha detto il direttore della Pediatria ad Indirizzo Critico dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, Paolo Biban, che ha in cura la bambina.

“Su questa vicenda sono state dette delle cose assurde. C’è qualcuno che gioca con la pelle della gente. Un comportamento molto discutibile”, ha aggiunto Biban rispondendo a una domanda sulle voci, alimentate sui social da un gruppo no vax, su un presunto miglioramento della bambina, mettendo anche in dubbio la diagnosi di tetano.

“Per il tetano – ha spiegato il sanitario – bisogna agire con trattamenti di supporto, non ci sono terapie. Bisogna stare attenti che gli organi funzionino, nonostante l’esplosione della malattia. Parte in modo subdolo, è una malattia sistemica che prende tutto il corpo”.

La profilassi vaccinale garantisce la copertura dall’ infezione. “I vaccini sono fatti per questo” ha concluso Biban.

Sulla vicenda si è espresso anche il virologo Roberto Burioni. “Una storia incredibile”, ha scritto, “perché incredibile è che nel 2019 si possa rischiare di morire di tetano, una malattia che nei vaccinati (con un vaccino sicurissimo ed efficace) non esiste”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...