Venezia: “Un’offerta per l’associazione”. Denunciate donne rumene che truffavano i turisti

ultimo aggiornamento: 22/06/2019 ore 08:50

555

Venezia: "Un'offerta per l'associazione". Denunciate donne rumene che truffavano i turisti

A Venezia stavano proliferando nuovi “volontari” di nuove “associazioni” impegnati a fermare la gente per strada per chiedere un “contributo” e sono diverse le testimonianze che raccontano come le banconote donate (richieste?) fossero praticamente sempre quelle “blu” (20 euro al colpo). L’ultimo caso appena una quindicina di giorni fa proprio nel centro storico di Venezia.

Dopo l’aumento delle segnalazioni è quindi iniziata l’attività di controllo delle forze dell’ordine. Ieri pomeriggio i poliziotti del Commissariato di San Marco, durante un servizio di controllo del territorio, hanno preso e denunciato altre due donne rumene che infatti raggiravano i turisti. In quel momento, infatti, avevano appena truffato tre turisti argentini.

I due agenti hanno notato in Campo Santo Stefano le due ragazze che munite di cartelline si fingevano volontarie di un fantomatico ente benefico e facevano firmare ai turisti argentini un foglio intestato ad una falsa associazione impegnata nella raccolta di fondi a sostegno dei disabili e da questi ricevevano del denaro in offerta.

A questo punto gli agenti sono intervenuti per un controllo e, verificata la inesistenza della associazione, hanno identificato le due donne di nazionalità rumena e le hanno deferite alla Autorità Giudiziaria per truffa, alle stesse veniva comminata una sanzione pecuniaria di 350 € prevista dal nuovo regolamento di polizia e sicurezza urbana e notificato l’ordine di allontanamento dalla città, il cosiddetto daspo urbano.

La Polizia di Stato invita cittadini e turisti a prestare la massima attenzione, quando si viene avvicinati da estranei e si rimanda al link https://www.poliziadistato.it/articolo/11082 per i consigli in questi casi.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here