Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
7.1C
Venezia
lunedì 08 Marzo 2021
HomeNotizie Venezia e MestreVenezia rischia di sparire. Placido Domingo lancia l'allarme in Europa

Venezia rischia di sparire. Placido Domingo lancia l’allarme in Europa

Venezia rischia di sparire. Placido Domingo lancia l'allarme in Europa

Venezia rischia di sparire, ma il mondo non se ne rende conto, lo ha ribadito oggi il grande tenore Placido Domingo. “Gran parte del mondo non sa che la laguna di Venezia rischia di sparire totalmente. Possiamo immaginare Venezia senza le sue acque, senza la sua laguna? Senza la sua laguna Venezia non può esistere!”.
Placido Domingo, presidente di Europa Nostra, con un video ha lanciato un appello al mondo per la salvaguardia del sito lagunare.

“La grande alluvione del 1966 – rileva Domingo – ha dimostrato a tutto il mondo la gravità e la complessità del problema della conservazione di Venezia. Da allora tutto il mondo si interroga su come salvare questo gioiello prezioso – Patrimonio culturale dell’umanità. Sono stati spesi molti denari, organizzati convegni e scritti molti rapporti, realizzate opere e molti restauri sostenuti per la grande parte dallo Stato italiano e dai Comitati Privati Internazionali. Però, dopo 50 anni, la situazione è molto peggiorata”.

“Il climate change e la forte pressione turistica minacciano sempre più la sopravvivenza di Venezia. Sappiamo che le acque dei mari in questo secolo si alzeranno. Ma la marea di turisti a Venezia si è già alzata! Invade la città e allontana i suoi abitanti. Questo fenomeno allarmante è sotto gli occhi di tutti”. Però, aggiunge Domingo, gran parte del mondo non sa che la Laguna di Venezia “rischia di sparire totalmente”.

“Venezia – dice ancora – è nata come Venere dalle acque: come una perla preziosa è incastonata nella conchiglia della sua Laguna. La Laguna non è solo l’origine e il passato della città antica ma è il corpo vivo che fa respirare la città, indispensabile per il futuro di Venezia! Fin dai tempi della Repubblica Serenissima, la Laguna era considerata come un organismo delicato innervato dai canali che portano l’acqua purificatrice del mare il cui cuore è Venezia. Invece oggi la Laguna è considerata da molti come uno spazio vuoto di significati. Uno spazio da piegare ai soli interessi economici di breve respiro Questa Laguna è attraversata da navi gigantesche, e per queste navi si scavano – come ‘autostrade’ – nuovi profondi canali. Oggi la Laguna viene erosa dalle onde provocate dall’esagerato traffico navale e sta per confondersi con il mare. Così la Laguna sta perdendo la sua speciale caratteristica di bacino poco profondo, ricco di terre emergenti e di isole, perciò rischia di diventare una qualsiasi baia marina con effetti gravissimi sull’ecosistema. Per tutto questo, Europa Nostra è oggi a Venezia, per ricordare al mondo che senza la sua Laguna, Venezia sparirà”.

“A mezzo secolo dalla grande alluvione che ha suscitato la solidarietà del mondo intero, bisogna che nuovamente si muova l’opinione pubblica internazionale – conclude – per dire ai governanti europei, italiani e veneziani, e anche alle forze politiche, ai gruppi economici, agli imprenditori: Non lasciate che si speculi sul corpo vivo – ma molto fragile – della Laguna di Venezia! Operiamo insieme per la vita e la bellezza della Laguna e della sua ‘Venere – Venezia!”.

Monica Manin
16/03/2016

(cod venema)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...
spot
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...
spot