2.4 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Venezia rimontata nel recupero: pareggio-beffa

HomeCalcio VeneziaVenezia rimontata nel recupero: pareggio-beffa
la notizia dopo la pubblicità

Venezia rimontata nel recupero: pareggio-beffa

Tutti con gli occhi puntati su Foggia dove venerdì sera nell’anticipo il Venezia non è riuscito ad andare oltre al pareggio contro i rossoneri in grande crisi di risultati.

È stata mancata l’opportunità per la riscossa lagunare dopo un periodo di quattro partite nel quale di punti ne sono arrivati appena tre, grazie ad altrettanti pareggi e un ko interno.

Andando indietro si può individuare la “piccola crisi” del Venezia, se ne sono un po’ resi conto tutti quando la formazione di Pippo Inzaghi ha sofferto molto sabato con la Pro Vercelli (1-1) a causa delle numerose assenze contemporanee in ruoli chiave.

Venerdì sera il Foggia è riuscito ad acciuffare negli ultimi secondi del recupero il pareggio (2-2) insperato contro un Venezia ben organizzato che aveva mostrato per quasi tutta la partita di poter sovrastare e controllare facilmente gli avversari rossoneri.

Un risultato beffa che riguarda una delle squadre più solide viste finora in Serie B.

La partita poteva finire addirittura tranquillamente con tre o quattro gol di vantaggio per gli uomini di Pippo Inzaghi, ma e’ stata recuperata con la forza della disperazione da un Foggia molto confusionario ma comunque volitivo.

Al quarto il Venezia va già in gol con Zigoni su passaggio preciso di Falzerano che aveva ricevuto a sua volta da Pinato. Sembrava continuare la maledizione dello Zaccheria dove il Foggia è riuscito a vincere una sola volta.

Al 18/mo ancora gli ospiti pericolosi con Falzerano (foto) incontenibile, che sfiora con un diagonale il gol del 2-0. E’ ancora il Venezia a rendersi pericoloso con Marsura che al 33/mo manda fuori di poco un invito del solito Falzerano.

L’unico tiro pericoloso del Foggia arriva al 39/mo con Chiricò.

Il secondo tempo vede ancora gli uomini di Inzaghi sfiorare in un paio di occasioni il secondo gol, che arriva al nono con un tiro di Zigoni dopo uno scambio con Pinato.

Al 43/mo dopo l’ennesimo pericolo scampato e con una contestazione dei tifosi sempre crescente, il Foggia finalmente va in gol con Beretta su passaggio di Chiricò.

L’arbitro assegna cinque minuti di recupero, nel corso dei quali il Foggia butta in campo tutta la sua determinazione alla ricerca del gol del pareggio che, incredibilmente arriva al 95/mo con Deli che raccoglie un passaggio di Loiacono ed insacca.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Mattia Cagalli
Fin dalla prima ora tra i fondatori di questo Giornale, è giornalista, scrittore e regista cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione, si occupa anche di calcio e del Verona, sue grandi passioni.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013