lunedì 17 Gennaio 2022
2.6 C
Venezia

Venezia ora ha la sua Terrazza Aperol

Homela novitàVenezia ora ha la sua Terrazza Aperol

Il nuovo locale targato Aperol apre a Venezia, in Campo Santo Stefano: il rituale della convivialità in laguna.
Si è così finalmente svelato il progetto che si celava dietro i pannelli arancioni che da tempo attiravano l’attenzione dei veneziani e dei turisti che attraversavano Campo Santo Stefano.
“Terrazza Aperol”, nuovo locale dello storico brand Aperol di Campari Group, da oggi ha aperto i battenti.
Un’apertura che rappresenta una rinascita, una rinascita che inizia proprio dall’Aperol Spritz, aperitivo che ha compiuto 100 anni nel 2019 e che dal Veneto è diventato ormai un fenomeno sociale internazionale e si è trasformato in un vero e proprio rituale, un momento irrinunciabile che unisce spontaneamente le persone.

“Terrazza Aperol” nasce dal desiderio di un coinvolgimento sempre più partecipe della vita sociale della città e sarà ospitata negli spazi di un palazzo storico in Campo Santo Stefano, con ampio plateatico sulla piazza a due passi dal ponte dell’Accademia, in una zona di grande passaggio turistico rimasta autentica e “veneziana”.
Terrazza Aperol celebra così una connessione profonda con uno dei riti più caratterizzanti della città, quello dell’aperitivo, che viene rivisto in versione contemporanea attraverso la lente arancione di Aperol Spritz: grazie a una fusione originale tra design e atmosfera, Terrazza Aperol è il luogo in cui vivere in modo unico la convivialità tipica del rituale dell’aperitivo.
Terrazza Aperol si ispira e rivisita il bacaro – la tipica osteria veneziana, proponendo un locale di impronta cosmopolita, in un continuum fluido fra ambientazioni diverse interne ed esterne. Un mix che, partendo dalle tradizioni veneziane più autentiche, aspira a diventare motore di vitalità per la città e luogo preferito di convivialità dei veneziani, e non solo, riuscendo così ad attrarre anche un pubblico internazionale con la potenza evocativa di Aperol Spritz.

Il legame intimo tra Venezia e Aperol Spritz emerge nei dettagli degli arredi utilizzati: parquet realizzato con le “briccole” (pali da navigazione della laguna recuperati), pareti decorate con tasselli di vetro inseriti a mano a stucco veneziano, soffitto che ricorda l’antico modulo a travi con giunti decorati – chiamato soffitto alla Sansovina – lampadari in vetro realizzati a mano a Murano.
Il tutto rivisto e attualizzato dallo studio Vudafieri Saverino Partners per dare carattere a un ambiente che riflette la personalità di Aperol.
Un’attenzione particolare è stata riservata alla proposta food, costruita intorno a un’offerta creata appositamente per Terrazza Aperol da Alessandro Negrini e Fabio Pisani, Chef de “Il Luogo di Aimo e Nadia”, che hanno creato un menù basato sulla tradizione veneziana, con materie prime italiane eccellenti e modulato sulla stagionalità.

Non solo Aperol Spritz, però. L’apertura di Terrazza Aperol è accompagnata da una serie di iniziative pensate per Venezia e la sua comunità, per supportare il recupero delle tradizioni più antiche della Serenissima.
Come il progetto “Open Day Squeri” che ha visto in luglio l’organizzazione di una serie di visite guidate gratuite e aperte a tutti, a due tra i più importanti e antichi squeri cittadini, botteghe storiche dove i maestri d’ascia costruiscono le gondole e le altre barche a remi della laguna, o la collaborazione con il conservatorio Benedetto Marcello.

Terrazza Aperol ha scelto anche di fare un vero e proprio regalo alla città: il contributo al restauro di due imbarcazioni storiche, una Caorlina e un Batèlo da Nasse.
Un investimento, quello di Terrazza Aperol, che vuole essere al tempo stesso un segnale di speranza e una testimonianza del suo legame con Venezia, perché la città riparta anche dall’aperitivo.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...