Venezia, nuovi approdi acquei, pontili, bricole e palancole

Braccialetti, sagome di carta decorate e video-annunci per contrastare la violenza sulle donne e per tutelare i diritti dell’infanzia. Si è aperta in questo modo la seduta del Consiglio comunale di Venezia, iniziata alle 15 nella sala consiliare di Ca’ Loredan.

L’assemblea ha infatti aderito alla campagna contro la violenza sulle donne promossa dal comune di Concordia Sagittaria in vista del 25 novembre, Giornata mondiale per la difesa dei diritti del gentil sesso: i presenti hanno indossato un braccialetto rosso come simbolo d’impegno sul tema, un impegno che diventerà tangibile dalla serata del 23 novembre, quando Ca’ Farsetti e Ca’ Loredan a Venezia e il Municipio e la Torre Civica di Mestre saranno illuminati d’arancio per veicolare il messaggio solidale dell’iniziativa “Orange the World: #HearMeToo”, sempre a favore della difesa dei diritti delle donne.

Il Consiglio comunale, prima della seduta, ha anche realizzato un video-annuncio di adesione all’iniziativa #NonèNormaleCheSiaNormale, ideata e promossa dalla Camera dei deputati e presentata ieri dalla vicepresidente dell’assemblea di Montecitorio, Mara Carfagna: “Diamo voce a chi la voce l’ha persa”, ha dichiarato la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano a nome di tutti i consiglieri. Subito dopo quest’ultimi hanno ricevuto in dono alcune sagome di carta decorate per sottolineare l’importanza della difesa dei diritti dell’infanzia realizzate dai bambini che frequentano la scuola d’infanzia parrocchiale paritaria “San Giovanni Bosco” e il Nido integrato “S. Domenico Savio” di via Asseggiano.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

Il Consiglio ha, tra i punti principali all’ordine del giorno, approvato due delibere riguardanti il progetto di fattibilità tecnico-economica relativa alla messa in sicurezza e la realizzazione di nuovi approdi acquei, pontili, bricole e palancole tra il centro storico e le isole. Si tratta di aree di sosta attraverso cui i cittadini potranno ormeggiare temporaneamente il proprio natante. Le due delibere comportano un investimento complessivo di 3,2 milioni di euro e hanno ottenuto l’ok dell’assemblea nel primo caso con 22 voti favorevoli, 0 contrari, 6 astenuti, 4 non votanti e nel secondo con 21 voti favorevoli, nessun contrario, 5 astenuti e 3 non votanti.

Nel dettaglio, la prima delibera riguarda la realizzazione dei nuovi approdi acquei e pontili per un totale di 137 posti barca tra Mazzorbo (20 posti), Sant’Erasmo Centro (21), Sant’Erasmo Torre Massimiliana (20), Malamocco (20), Alberoni (16), Pellestrina Vianelli (20) e Pellestrina San Pietro in Volta (20) con un impegno di 1,7 milioni di euro. La seconda delibera prevede, invece, la realizzazione di ulteriori 186 posti barca, dei quali 20 a Santa Lucia, 21 a San Giobbe, 83 alla Misericordia, 16 a Bacini, 24 a Quintavalle e 22 a Murano. L’operazione comporterà un investimento complessivo di 1.509.180 euro. Approvati alcuni emendamenti a favore dell’introduzione di tariffe agevolate per residenti e per le barche tradizionali a remi in legno.

L’assemblea ha anche approvato all’unanimità il progetto definitivo per interventi di ripristino funzionale di 4 impianti sportivi del centro storico e delle isole. Si rendeva necessario l’ok a una variante degli strumenti urbanistici vigenti. Si tratta di un investimento totale da 1,5 milioni di euro che riguarderà principalmente la messa a norma della palestra “Perziano” di Murano per permettere alla squadra di basket locale di disputare il campionato di serie C (stanziati 1.099.000 euro). La struttura a termine lavori avrà le carte in regola anche per un eventuale campionato di serie B e potrà contare su nuovi spazi utili ad altre attività sportive. Le ulteriori strutture che saranno interessate da interventi di adeguamento sono il palasport di Sant’Alvise (66mila euro), dell’Arsenale (78mila euro) e il palazzetto di Mazzorbo (37mila euro).

ULTIME NOTIZIE PUBBLICATE


Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here