lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Venezia, Comune rimborsa rette dei Nidi e trasporti scolastici non usufruiti

HomeComune di VeneziaVenezia, Comune rimborsa rette dei Nidi e trasporti scolastici non usufruiti

coronavirus nuove regole scuola ultime notizie

Via libera della Giunta comunale al rimborso delle rette versate per il pagamento del servizio di nido e del trasporto scolastico, in seguito alla mancata erogazione del servizio a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. I dettagli della delibera, approvata nella seduta di ieri, sono stati illustrati dall’assessore alle Politiche educative, Paolo Romor, nel corso di una conferenza stampa a Ca’ Farsetti, oggi pomeriggio.

“La Giunta ha deciso di non far pagare la retta del nido per i mesi di mancata fruizione dei servizi, quindi per il periodo compreso tra il mese di marzo e quello di giugno, compresi gli ultimi giorni di febbraio, e di rimborsare gli importi che, per qualsiasi motivo, sono stati versati in anticipo dalle famiglie – ha spiegato l’assessore. Analogamente procederemo a restituire gli importi per quel che riguarda il servizio di trasporto scolastico, rimborseremo le somme versate per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno. L’Amministrazione, pur in un momento difficile dal punto di vista economico, ancora una volta riesce ad andare incontro alle esigenze delle famiglie, che stanno vivendo un periodo difficile a causa dell’emergenza sanitaria. Questo è possibile perché negli ultimi cinque anni è stato fatto un grande lavoro sull’efficientamento dell’Ente, oggi ci troviamo con un bilancio sano e questo ci ha permesso di assorbire il colpo e di farci carico anche di questo mancato introito per aiutare le famiglie che usufruiscono dei servizi”.

“Questa operazione, tra mancati introiti ed esborsi per il rimborso delle rette, avrà un peso per le casse del Comune di circa 700 mila euro. Per quanto riguarda le ludoteche, invece, abbiamo deciso di prolungare la validità delle tessere annuali per i tre mesi nel corso dei quali non è stato possibile usufruire del servizio. Un altro aspetto molto importante contenuto nella delibera – ha concluso l’assessore – riguarda la proroga della scadenza per il versamento della retta che negli anni passati doveva essere fatto nel mese di giugno per garantire l’iscrizione al nido a partire dal successivo mese di settembre. Quest’anno non sarà richiesto alcun pagamento anticipato, la retta dovrà essere versata nel momento in cui il bambino inizierà a frequentare il nido”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...