COMMENTA QUESTO FATTO
 

Calcio Venezia, vittoria con rimonta contro il Teramo

Venezia che comincia con molto rispetto la seconda di B della sua nuova, giovane storia, ma che, a bocce ferme, si trova a dover recriminare per le numerose occasioni buttate al vento nella sfida dell’ “Orogel Stadium Dino Manuzzi” contro il Cesena finita a reti bianche.

Almeno quattro le palle gol limpide
capitate nei piedi di Zigoni, Moreo e Falzerano, ma complice
l’imprecisione ed un paio di interventi miracolosi di Fulignati
la porta romagnola è rimasta inviolata. Camplone schiera subito
gli ultimi arrivati Scognamiglio, Rigione e Di Noia e relega
inizialmente in panchina il bomber Daniele Cacia. Inzaghi si
affida invece al 3-4-3 ed è proprio il Venezia a partire subito
forte anche se il primo tiro pericoloso è del Cesena, al 5′, con
Kupizs che dal limite al volo spara fuori. Padroni di casa che
faticano a trovare la verticalizzazione ma al 10′ su cross dalla
sinistra di Eguelfi Scognamiglio ha sulla testa la palla giusta
per il tap in vincente ma incredibilmente spara alto. Venezia
che comunque tiene bene il campo e sfrutta la fisicità dei suoi
avanti ed è proprio Zigoni a metà del tempo a sfiorare il palo
di testa su invito di Bentivoglio.
Primo tempo che scorre senza altri sussulti la ripresa si
apre con la clamorosa occasione del Venezia ancora con Zigoni
che da dentro l’area non inquadra la porta a Fulignati battuto.
Nero verdi ancora pericolosi con Moreo al 15′ cha da due passi
spara alto, Camplone a quel punto gioca la carta Cacia al posto
di uno spento Gliozzi per cercare di ravvivare un Cesena
abulico. Il Venezia stringe ancora di più le maglie e cerca il
colpo in contropiede e ad un quarto d’ora dalla fine, nella
stessa azione, Fulignati salva per ben due volte la porta su
conclusioni di Moreo e Falzerano. Un tiro di Panico alto e un
colpo di testa di Domizzi su azione d’angolo chiudono il match
con il Venezia che porta a casa il secondo pareggio in due gare
giocate.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here