Venezia: Brugnaro, casa Tre Oci non si vende

ultimo aggiornamento: 11/05/2020 ore 10:36

1390

Coronavirus: Brugnaro, Venezia aperta e vivibile: uffici pubblici devono dare esempio

Venezia, presa di posizione oggi del sindaco Brugnaro sulla questione delle vendite di Fondazione Venezia.

“La casa dei Tre Oci non si tocca. Non è vendendo il patrimonio che si sistemano i bilanci, ma riorganizzando proprio come abbiamo fatto in Comune a Venezia, La Fondazione si fermi; investiamo sulla cultura per rilanciare Venezia e l’Italia”.


Twitter è il mezzo scelto dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, per esprimere il suo pensiero sull’ipotesi della vendita del palazzo nell’isola della Giudecca, costruito agli inizi del Novecento, di proprietà della Fondazione di Venezia dal 2000.

Sulla stessa linea di Brugnaro anche il Pd lagunare il quale ammonisce che “non si vende il patrimonio per far quadrare il bilancio.

La Presidenza della Fondazione Venezia – rileva il Pd – sta prendendo in considerazione la vendita di immobili di pregio, tra i quali la Casa dei Tre Oci, per cercare di consolidare il bilancio in fase di approvazione”.


“Chiederemo -conclude – anche che venga convocata immediatamente una commissione consiliare per avere un chiarimento sulla reale situazione economica della Fondazione”.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Please enter your comment!
Please enter your name here