Veneto Banca, 200 milioni scomparsi per nascondere perdite

ultimo aggiornamento: 18/02/2015 ore 19:32

193

Veneto Banca

Dopo le perquisizioni di ieri da parte della Guardia di Finanza a Montebelluna, sede amministrativa e legale di Veneto Banca, sono emerse le prime indiscrezioni. La procura di Roma, che ieri ha indagato l’ex presidente dell’istituto bancario Flavio Trinca e l’ex amministratore delegato Vincenzo Consoli (oggi direttore generale e da lunedì prorogato per altri 18 mesi), ha scoperto che i vertici avrebbero concesso prestiti ad alcuni azionisti in maniera troppo disinvolta, questo a danno dei piccoli risparmiatori.

Si tratterebbe di circa 200 milioni di euro magicamente scomparsi dai documenti contabili per nascondere le perdite e azioni fissate a prezzi esterni al mercato per dare l’idea ai risparmiatori che il gruppo bancario fosse più solido di quanto lo fosse realmente.


Bankitalia nel 2013 aveva compiuto due ispezioni consecutive ed aveva notato anomalie nei dati forniti, sovrastimati rispetto alla sua solvibilità. La banca aveva dichiarato di avere un patrimonio di oltre due miliardi di euro, sebbene ammontasse a poco più di un miliardo e mezzo. Ecco quindi che la procura ha indagato Trinca e Consoli per “ostacolo alla vigilanza”.

Ieri mattina inoltre, insieme ai due vertici di Veneto Banca, sono state perquisite su ordine della procura anche 17 società destinatarie di importanti finanziamenti. I controlli sono cominciati nella sede di Montebelluna di Veneto Banca e sono continuati nelle case dei soci destinatari dei prestiti tra cui Gianfranco Zoppas, Marco De Benedetti e Giuseppe Stefanel.

Se dalle perquisizioni si scoprissero che i bilanci sono stati falsificati ci sarebbero delle gravi conseguenze per i risparmiatori, che si potrebbero trovare in mano un controvalore in azioni che non ha corrispondenza di mercato e anche per i dipendenti, che potrebbero rimanere disoccupati.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here