Venditori abusivi a Venezia, altri sequestri. Agente ferito da straniero Bangladesh

ultimo aggiornamento: 13/08/2015 ore 06:54

164

venditori abusivi venezia sequestri agente ferito

Si è chiusa con successo un’altra operazione di contrasto all’abusivismo commerciale della Polizia Municipale di Venezia. Le operazioni sono iniziate e sono andate avanti ininterrottamente dalle ore 8 di ieri alle 13 di mercoledì, ed hanno visto coinvolti dodici operatori della Sezione Pronto Intervento della Polizia Municipale di Venezia in abiti civili.

Gli interventi sono stati eseguiti in tutte le zone del centro storico, tra cui il congestionato ponte della stazione, la zona Realtina e la stretta cintura esterna dell’area Marciana.


In Riva degli Schiavoni un venditore senegalese a cui era appena stata sequestrata la mercanzia, ha tenuto un prolungato atteggiamento di sfida agli agenti, e quando ha compreso che non avrebbero desistito, ha cercato di fuggire precipitosamente.

Nella mattinata odierna, invece, un agente della Sezione di San Marco, durante una colluttazione con un venditore abusivo del Bangladesh, M.I. di 27 anni, clandestino sul territorio nazionale, ha riportato un trauma alla spalla ed è ricorso alle cure dell’ospedale civile di Venezia. Il venditore è stato arrestato e passerà la nottata nella cella di sicurezza del Comando Generale in attesa del procedimento per direttissima di domani mattina.

Gli oggetti sequestrati erano occhiali e “bastoni telescopici per selfie”.


Le operazioni della Polizia Municipale continueranno con intensità anche nei prossimi giorni.

13/08/2015

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here