Vendita Milan, la confessione di Berlusconi: “Se non vendo, solo giocatori italiani”

ultimo aggiornamento: 12/05/2015 ore 04:50

83

vendita milan berlusconi giocatori italiani

Vendita Milan, Berlusconi si apre ai tifosi e racconta la verità: “Non posso più mantenere il Milan a livelli competitivi”.
Mentre Mr Bee da Bangkok sta studiando come migliorare l’offerta per acquisire quote del Milan, Silvio Berlusconi, da Genova, dov’è stato impegnato in campagna elettorale, parla delle problematiche della vendita del Milan.

«Cerco qualcuno che possa portare capitali nel Milan — ha spiegato Berlusconi a Telenord —, ma la mia prudenza è giustificata dal fatto che voglio scoprire se chi si propone lo fa autenticamente o solo per avere una forte popolarità immediata».


«Sono attento a scoprire le vere intenzioni di chi si offre di subentrare a me. Sono pronto a fare un sacrificio, a staccarmi dal Milan, ma solo dopo aver verificato le reali intenzioni di far bene di chi vuole acquistare il club».

L’unico punto sicuro, in ogni caso, è che Fininvest non può più garantire le risorse che servono come ha fatto fino ad ora: «Moratti ha ceduto a questo Thohir che non sembra avere le capacità di riportare i nerazzurri in alto. Io ho assunto la decisione di vedere se nel panorama mondiale c’è qualcuno che possa portare capitali al Milan. Oggi è impossibile per un italiano competere con i principi arabi. La mia famiglia non può più fare ciò che è necessario per essere competitivi ai massimi livelli. Ai tifosi dico che lascerò il Milan soltanto in buone mani: se questo non avverrà, farò una squadra solo con giocatori italiani»

Redazione


10/05/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here