spot_img
12.8 C
Venezia
venerdì 22 Ottobre 2021

Vaccino sarà obbligatorio se non aderiscono 2/3 delle persone

HomeVaccinazioni obbligatorieVaccino sarà obbligatorio se non aderiscono 2/3 delle persone

Vaccino si, vaccino no. Evidentemente una grande parte delle persone aderisce motu proprio, ma anche negazionisti e no-vax dovrebbero sperare che gli italiani si vaccinino in tanti, quantomeno almeno in una misura non inferiore ai due terzi di essi, altrimenti la vaccinazione diventerà obbligatoria con tutte le implicazioni legali che ciò comporta.
“Non illudiamoci di uscirne in poche settimane. Per sconfiggere il Covid ci sarà bisogno di un’adesione massiccia al vaccino”.
Sono le parole, in una intervista a ‘La Stampa’, del viceministro della Salute Pierpaolo Sileri.
Rispetto ai dubbi del personale sanitario “metterei in dubbio la qualità del nostro sistema formativo. Avere dei no vax tra i medici equivale a un fallimento. Al momento – prosegue – non è prevista alcuna obbligatorietà. Ma se nei prossimi mesi la campagna non dovesse raggiungere i 2/3 della popolazione, allora si dovrebbero prendere delle contromisure. Tra queste, c’è l’obbligatorietà”, lasciando però ancora aperta oggi la porta della volontarietà: “Ma non è un problema attuale. Sono fiducioso”.
Come si spiega che la Germania abbia ottenuto più dosi? “Va fatta luce, se c’è stato un errore nella distribuzione. Comunque, ci sono delle percentuali settimanali

destinate a ogni Paese e queste verranno rispettate”.
Ad aprile arriveremo a 13 milioni di dosi “se tutto va bene. Devono ancora essere approvati i vaccini e ci sono tempi che si potrebbero allungare. Non mi stupirei se questi calcoli venissero corretti strada facendo”.
Basta il bando per 15 mila operatori? “Sono sufficienti. Poi, quando arriveranno gli altri vaccini, dovremo mettere in campo anche altre figure. In bilancio è previsto un coinvolgimento dei farmacisti, ma anche gli odontoiatri vanno presi in considerazione. Anche a loro dovremmo garantire la vaccinazione”.
Siamo al sicuro dalla terza ondata? “Temo di no. Il vaccino, che ha un’efficacia accertata a un mese dalla prima dose, nulla potrà sulla probabilissima recrudescenza che vedremo nei prossimi giorni”.
Riaperture? “Se in una regione la curva è sotto controllo da settimane, non vedo perché non si debba iniziare a parlare di una graduale riapertura. Compreso l’allungamento progressivo degli orari di bar e ristoranti e l’apertura dei centri commerciali la domenica”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Egregio dottore Sileri, se eliminate Astra Zeneca vedrà che molti che oggi non si vaccinano, lo faranno convintamente.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements