27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Vaccino anti influenza, Lorenzin: “Regioni colpevoli di ritardi”

HomeCronacaVaccino anti influenza, Lorenzin: "Regioni colpevoli di ritardi"

beatrice lorenzin ministro salute light

Il giorno dopo l’esplosione del caso del vaccino antinfluenzale sotto accusa per aver provocato la morte di persone vaccinate, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, denuncia ritardi «anche di 15 giorni» delle Regioni nel segnalare la vigilanza sul farmaco.
Vaccino anti influenza, per Lorenzin, vuol dire – oltre a tutto il resto – anche che alcune Asl hanno segnalato la morte di persone dopo la vaccinazione antinfluenzale col prodotto Fluad di Novartis dopo 15 giorni.

«Le Regioni sono responsabili della farmacovigilanza e devono informare tempestivamente. C’è stata una carenza molto evidente. Dobbiamo rafforzare la normativa e prevedere l’obbligo di comunicazione entro 24-48 ore. Invece in alcuni dei 12 casi di eventi fatali post vaccinazione (ultimo aggiornamento ufficiale) questo non è avvenuto. Saremo molto severi e rigorosi».

L’allarme delle morti correlate al vaccino contro l’influenza viene successivamente ridimensionato sempre dal ministro ai microfoni di SkyTg24: «I primi test sui campioni compiuti dall’Istituto superiore di sanità sono negativi».

Un annuncio che lanciaun po’ di serenità in ore molto convulse, con i Nas che perlustrano gli stabilimenti Novartis a Siena alla ricerca di materiale immagazzinato fuori dalle indicazioni e le Procure che scendono in campo.
La Procura di Prato ha disposto il sequestro a livello nazionale di tutte le scatolette di uno dei due lotti sospettati di anomalie e la riesumazione di una cadavere.

Mario Nascimbeni

30/11/2014

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.