23.2 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Ente Bilaterale Turismo ed Ente Bilaterale Terziario: “Vaccinare operatori turismo e commercio”

HomeVaccini e vaccinazioniEnte Bilaterale Turismo ed Ente Bilaterale Terziario: "Vaccinare operatori turismo e commercio"

[Riceviamo e pubblichiamo]
Ente Bilaterale del Turismo ed Ente Bilaterale del Terziario della provincia di Venezia.
L’appello dei presidenti Danilo De Nardi e Stefano Montesco: “I lavoratori del comparto turistico e del commercio siano inseriti come categoria prioritaria per le vaccinazioni. Siamo disponibili a sostenere i costi delle somministrazioni e a mettere a disposizione i nostri spazi”.
I numeri: 47.942 imprese e 45 mila occupati per un valore aggiunto di 3018 milioni di euro.

I presidenti dell’Ente Bilaterale del Turismo e dell’Ente Bilaterale del Terziario della provincia di Venezia, Danilo De Nardi e Stefano Montesco, hanno inviato una lettera al presidente del Consiglio Mario Draghi, al ministro del Turismo Massimo Garavaglia, al presidente della Regione Veneto Luca Zaia e al sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, chiedendo che i lavoratori del comparto del turismo e del commercio siano inseriti come categoria prioritaria per le vaccinazioni. A fronte delle forniture da parte delle aziende sanitarie, gli Enti si rendono disponibili a sostenere i costi delle somministrazioni (ad es. il compenso dell’infermiere che provvede all’inoculazione e del medico che sorveglia l’eventuale comparsa di eventi avversi nel paziente), oltre a mettere a disposizione i propri spazi per la campagna vaccinale.
“La pandemia ha messo a dura prova gli interi comparti del turismo e del commercio che ancora oggi sono i settori in maggior sofferenza – affermano i presidenti De Nardi e Montesco – Venezia, prima meta turistica al mondo, è in particolare l’emblema di questa situazione che vede tristemente coinvolti imprenditori con le serrande abbassate e lavoratori in cassa integrazione a rischio di licenziamento”.

L’Ente Bilaterale del Turismo e l’Ente Bilaterale del Terziario della provincia di Venezia (rappresentativi delle Parti Sociali Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia, Fipe/Confcommercio Venezia, Federalberghi Veneto, Associazione Veneziana Albergatori (Ava), Aepe Venezia, Faita Nordest, Fiavet Veneto, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs Veneto), evidenziano come il contatto umano tra lavoratori e clienti, che caratterizza i due settori, espone ad un alto rischio di contagio i primi, rendendoli categoria vulnerabile:si pensi, ad esempio, alla cassiera del supermercato, alla commessa di negozio, alla cameriera ai piani di un hotel o a un barista.
“Chiediamo – sottolineano i due presidenti – che nel piano nazionale alla vaccinazione contro il covid, vengano inseriti come categoria prioritariamente destinataria della vaccinazione gli operatori del comparto turistico e del commercio della provincia di Venezia,che conta su 47.942 imprese e 45 mila occupati per un valore aggiunto di 3018 milioni di euro”.

Nel contempo, i due Enti si impegnano a sostenere i costi della somministrazione di vaccino per il personale delle aziende ad essi aderenti, mettendo anche a disposizione gli spazi necessari; e si impegnano ad attivare misure atte a sensibilizzare e a informare i lavoratori del turismo e del commercio sulla campagna di vaccinazione, per avere il maggior numero di adesioni e al fine di rendere quanto più sicura possibile la destinazione nella piena tutela della salute di lavoratori e clienti.
“Da Venezia, cassa di risonanza mondiale, può partire un modello di riavvio che soddisfi il ciò che è più richiesto: la rassicurazione del turista che, sentendosi garantito, potrà premiare con la propria presenza il grande sforzo del settore per garantire a tutti le migliori condizioni di sicurezza”, concludono De Nardi e Montesco.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.