Unione Venezia Calcio, entro qualche giorno la proposta di acquisto

ultimo aggiornamento: 09/07/2015 ore 17:18

232

unione venezia calcio proposta acquisto cordata

Manca ormai meno di una settimana al 14 luglio, giorno in cui l’Unione Venezia potrà fare ricorso ed essere riammessa alla Lega Pro, ma intanto proseguono i tentativi di vendita della squadra.
Un gruppo finalmente interessato a rilevare la società, messa in vendita dal presidente Yuri Korablin, ha incontrato l’avvocato Fausto Baratella e il dg del Venezia, Dante Scibilia. «Il gruppo sarebbe interessato all’acquisto del 100% della società», ha riferito il legale Baratella.
La nuova cordata, per poter aprire bene una nuova stagione, pretende che vengano versate tutte le quote mancanti (non solo il 75% come pensato dal patron russo). La trattativa rimane quindi aperta e l’avvocato della squadra attende che venga fatta una proposta formale.

All’incontro non hanno preso parte i dirigenti del gruppo in persona, bensì gli intermediari e nemmeno del primo gruppo che precedentemente aveva preso contatti con Baratella. Questa seconda cordata è composta da imprenditori non veneziani e interessati all’acquisto dell’intero pacchetto.
Entro qualche giorno, gli acquirenti segreti dovranno uscire allo scoperto presentando una proposta formale, con gli annessi assegni necessari a ripianare le perdite che ammontano a circa 2,3 milioni di euro e dovranno essere pronti a versare subito la fideiussione di 400mila euro necessaria all’iscrizione in Lega Pro. Infine dovranno investire altri 2 milioni di euro per la nuova stagione.


Redazione

09/07/2015

Riproduzione vietata


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here