Un altro suicidio: a Fontaniva donna si toglie la vita per la crisi

ultimo aggiornamento: 22/03/2015 ore 07:44

109

Dopo il suicidio dell’operaio edile di Lugugnana di Portogruaro (Ve), a togliersi la vita domenica sera è stata una donna di 59 anni, residente a Fontaniva (Pd) e socia di una ditta di trasporti. L’hanno trovata impiccata i parenti, nell’abitazione vicina alla ditta, dove viveva con l’anziano padre.

Il perché del terribile gesto è da ricercarsi sempre nell’attività lavorativa e negli affari economici della vittima. «Scusatemi tutti, ma non ce la faccio più – ha lasciato scritto l’imprenditrice in un biglietto trovato sul tavolo della cucina – l’anno scorso è stato già difficile andare avanti con l’azienda, quest’anno poi la situazione è ancora più nera, non riesco più a continuare».

Così ha annunciato S.V., che avrebbe compiuto 60 anni il prossimo 4 aprile, prima di togliersi la vita. Lei e il fratello, socio della ditta, avevano sperato, ma la ripresa tanto agognata non è arrivata e la donna non ha più resistito.


A trovare il corpo della 59enne è stato il cognato, che ha chiamato subito il 118 nella speranza di poter strappare la donna alla morte, ma inutilmente. Sul posto poi, sono arrivati anche i Carabinieri, per le indagini del caso.

La donna era la contabile di una ditta di Autotrasporti (specializzata in trasporti eccezionali di prefabbricati), lei e il fratello erano soci e con loro lavoravano altri tre dipendenti. Con la crisi della realizzazione dei prefabbricati, anche l’azienda della donna ne aveva risentito.

«Non sono mai venuti a chiedere aiuto in Comune – ha dichiarato amaro il sindaco di Fontaniva, Lorenzo Piotto – non resta che constatare che da tempo la politica ha abbandonato questo territorio».


Sara Prian

17/03/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here