Turisti a Venezia, Brugnaro lancia idea della Ztl pedonale

ultimo aggiornamento: 29/08/2015 ore 09:30

308

venezia san marco numero chiuso

L’idea è molto buona, sia per organizzare i flussi turistici a Venezia che fluttuano nel nichilismo totale, quindi asfissianti in maniera disorganizzata, sia per rimpinguare le tasse di Cà Farsetti troppo spesso appoggiate sulle spalle dei (sempre meno) residenti.
Una Ztl per camminare nella città storica.
Quantomeno è un’idea, dopo tanti anni di indifferente noncuranza verso il problema. E di chi è l’idea? Dell’irriducibile nuovo sindaco Brugnaro.
L’ipotesi è stata presentata ieri, nell’incontro con la stampa del primo cittadino.

Ztl pedonale per i turisti che arrivano a Venezia. A pagamento. Del tipo “Welcome Card” che comprenda i servizi necessari (toilette, vaporetti, wi-fi, ad esempio). La card potrebbe essere a quote in base alla fruizione della città e dei servizi.


L’iniziativa avrebbe sicuramente un percorso difficile per tutti i problemi di costituzionalità e di legittimità che i pareri contrari ricordano ad ogni occasione, non ultimi quelli di interpretazione europea che raccomandano di assicurare la libera circolazione delle persone, ma Brugnaro dalla sua ha l’urgenza del problema da risolvere del numero degli accessi che fanno collassare la città.

Brugnaro, come noto, ha chiesto la possibilità di parlare al presidente della Repubblica in occasione della sua prossima visita per la Mostra del Cinema: «Al presidente Mattarella chiederò che la nuova Legge Speciale per Venezia dia alla città autonomia di gestione».
Il sindaco che comunque sta studiando anche altre ipotesi, come, per esempio, una sua nuova idea di farsi stornare una quota dei biglietti dei treni che arrivano a Venezia sulla Ztl in centro storico avrebbe già il parere positivo del sottosegretario al Ministero dei Beni Culturali, Ilaria Borletti Buitoni.

A Venezia il campionato dei tuffi dei turisti nei canali (articolo correlato)


Paolo Pradolin

29/08/2015

Riproduzione vietata

(foto: Enzo Pedrocco)

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

  1. Temo questa non sia un idea di Brugnaro,sicuramente dietro ci sono i signori della piazza,agenzie di viaggio,guide turistiche,e vetrerie.Con questo sistema eliminano la marmaglia che a loro non interessa,evitano di perdere i gruppi che vengono accompagnati nelle vetrerie dalle guide ,alle gondole,e nei mezzi di trasporto “privato” per le isole di Murano ” chi non ha visitato la vetreria di San Marco”,Burano per i i ristoranti e merletti”,e alcuni i più ricchi” anche Torcello.

Please enter your comment!
Please enter your name here