Tunisino va a cercare il rivale, sfonda la porta e lo aggredisce col machete. La vittima si salva saltando da una finestra del II piano

ultima modifica: 07/12/2013 ore 20:39

95

carabinieri arresto extracomunitario resistenza

Momenti di follia pura in provincia di Treviso. Un tunisino è stato arrestato dai carabinieri di Pederobba per aver aggredito con un machete un connazionale. La vittima ha riportato ferite non gravi.

Secondo una prima ricostruzione il tunisino avrebbe inteso punire il connazionale per un’aggressione ricevuta nell’ottobre scorso.

Il fatto e’ accaduto oggi in un agriturismo di Cavaso del Tomba dove la vittima, 21enne, aveva iniziato a lavorare come giardiniere.

L’arrestato è Issam Ouahadi, di 33 anni.

Armato di machete, Ouahadi ha sfondato la porta d’ingresso dell’agriturismo e una volta dentro, dopo aver rinchiuso la titolare in uno sgabuzzino, ha cercato il 21enne per la sua vendetta.

Appena lo ha trovato gli è balzato addosso brandendo il machete. A quel punto il 21enne è riuscito a mettersi in salvo lanciandosi da una finestra, nonostante fossero al secondo piano.

Nel frattempo sono arrivate due pattuglie dell’Arma, chiamata dalla titolare dell’agriturismo, ma ciò non è bastato a impedire che l’uomo dasse ancora in escandescenze. Alla fine è stato arrestato.

Francesca Chiozzotto

[07/12/2013]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

nuovo virus cinese 'Coronavirus' ceppo della Sars: ultimi aggiornamenti
"Bomba Day" a Marghera: evacuazione domenica 2 febbraio per migliaia di cittadini. Tutte le informazioni

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here