giovedì 20 Gennaio 2022
4.3 C
Venezia

Trovato il corpo di Fabio Perini, il pescatore caduto in acqua al largo di Pellestrina

Homeil drammaTrovato il corpo di Fabio Perini, il pescatore caduto in acqua al largo di Pellestrina

Trovato il corpo di Fabio Perini, il pescatore caduto in acqua al largo di Pellestrina

Fabio Perini, il pescatore di Chioggia caduto in mare la notte tra martedì e mercoledì dal peschereccio al largo di Pellestrina, è morto. Il suo corpo è stato ripescato pochi minuti fa dopo l’avvistamento dei colleghi di Chioggia del pescatore.

Perini, 34 anni, era disperso dalla notte di ieri al largo di Pellestrina dopo essere caduto in acqua dal Motopesca Laura Doria. Questa mattina all’alba, nell’area di ricerca, erano intervenute la motovedetta CP287 con altre 2 unità della Guardia Costiera di Venezia e Chioggia e un elicottero della Guardia di Finanza, per le attività di perlustrazione che proseguivano da ieri.

Il ritrovamento è avvenuto da parte dell’equipaggio di uno dei pescherecci della flotta di Chioggia che insieme ad altri 10 motopesca, si erano messi a disposizione della Guardia Costiera di Venezia per supportare le operazioni di ricerca affiancando le unità militari, sotto il coordinamento del Centro Regionale di Soccorso Marittimo del Veneto.

Il corpo è stato individuato a circa 2 miglia dal punto in cui era stato comunicato l’ultimo avvistamento in una zona già perlustrata ieri nel corso delle missioni di ricerca, presumibilmente è riemerso a galla dopo essere stato spostato dalle correnti.

La salma è stata poi trasportata presso il porto di Chioggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per gli accertamenti atti a stabilire le cause del decesso.

Frattanto proseguono gli accertamenti tecnici della Capitaneria di Porto di Chioggia finalizzati ad approfondire le circostanze dell’accaduto.

A Venezia gli incidenti nella pratica della pesca sono purtroppo una categoria che si ripropone con una certa frequenza. L’ultimo incidente si era verificato a metà marzo con il decesso di Massimo Boscolo Chielon, pescatore di 61 anni, sempre di Chioggia, avvenuto quando la sua imbarcazione era andata a scontrarsi contro le delimitazioni di San Marco in Boccalama di notte.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

“Cucina veneziana? Bangladesh. Negozi? Cinesi. Ma quale nostra ‘economia fiorente’ del turismo?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Ristoranti con cucina veneziana? Cuochi e camerieri Bangladesh. Negozi souvenir? Ancora Bangladesh e/o cinesi. Commesse attività commerciali? Ragazze dell’est Europa, e per piacere non ditemi che i nostri...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.