Tempo pazzo: ancora gelo e neve e poi subito caldo

ultimo aggiornamento: 03/03/2018 ore 18:06

228


La morsa di freddo che attanaglia anche Venezia e la sua provincia non molla la presa. La fase più intensa è proprio prevista tra giovedì e le prime ore di venerdì 2 marzo.

Il Centro decentrato della Protezione civile del Veneto, in considerazione delle previsioni metereologiche diffuse dal centro Arpav di Teolo che segnalano nevicate e gelate in particolare in pianura, invita tutti gli enti interessati ad attivarsi con mezzi e materiali per garantire viabilità e sicurezza.

Lo stato di attenzione permane sino alle ore 8 di sabato 3 marzo. Eventuali situazioni di emergenza e criticità possono essere segnalate al numero verde 800 990 009.

Previsto poi un repentino passaggio ad un regime più caldo: primavera anticipata al meridione, con il rapido passaggio dal gelo a temperature miti, per confermare le anomalie climatiche in atto.

“Al momento – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com, Francesco Nucera – è in azione una nuova perturbazione dalla Spagna, che trasporta anche aria più mite”. Le nevicate al Centronord, precisa, “si andranno esaurendo nel corso della prossima notte mentre una nuova perturbazione, domani, raggiungerà l’Italia portando occasione per altre nevicate a bassa quota al Nord, specie al Nord Ovest. Possibile episodi di gelicidio (quando la pioggia gela a contatto con il terreno) – aggiunge – su Emilia orientale, Romagna e Marche interne, con pericolo per la guida sulle strade”.

“Sul resto d’Italia soffieranno venti di Scirocco e Libeccio con conseguente aumento termico e solo piogge con la neve relegata solamente alle alte quote. Al Sud e sulle Isole non si escludono punte fino a 18-20 gradi, 15-17 tra Lazio e Campania con evidente sbalzo termico, ancora freddo al Nord”.

Il weekend si annuncia poi turbolento. “Mentre l’aria gelida andrà ritirandosi sul Nord Europa – sottolineano da 3bmeteo – si andrà aprendo invece un canale di bassa pressione dall’Atlantico. Si attende così il passaggio di altre perturbazioni con fenomeni sabato sopratutto sulle Tirreniche. Dopo la breve tregua di domenica è prevista poi una nuova perturbazione. Il tutto accompagnato da un sali e scendi delle temperature ma senza il grande freddo di questi ultimi giorni”.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here