mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Area Stazione di Mestre, al via riqualificazione. Ognuno può mandare osservazioni

HomeMestre e terrafermaArea Stazione di Mestre, al via riqualificazione. Ognuno può mandare osservazioni

stazione mestre fee gg 640200

Martedì scorso, 18 dicembre, il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha sottoscritto a Roma, alla presenza di Gianfranco Battisti, amministratore delegato Ferrovie dello Stato Italiane, assieme a Umberto Lebruto, amministratore delegato FS Sistemi Urbani e a Maurizio Gentile, amministratore delegato Rete Ferroviaria Italiana, il programma per la “Riqualificazione dell’ambito urbano afferente la stazione ferroviaria di Mestre e la realizzazione di una struttura di collegamento tra Mestre e Marghera”.

Il progetto si pone come obiettivo potenziare i sistemi di interscambio modale nell’area della stazione ferroviaria di Venezia Mestre promuovendo l’interconnessione fra tutte le tipologie di trasporto (gomma e ferro) e ricucire i quartieri urbani di Mestre e Marghera, così come previsto dal “Piano degli Interventi”.

Nello specifico sono state definite tre macro aree di intervento che sono state definite come:

Area 1: Ex Scalo ferroviario
Area 2: Ambito stazione Ferroviaria
Area 3: Area Verde di Via Piave
In merito all’Area 1 – lungo via Trento viene confermata per l’area ex scalo merci l’edificabilità prevista dal vigente Piano degli Interventi pari a 21.500 metri quadri prevedendo un nuovo volume edilizio pari a 6mila metri quadri a destinazione residenziale riservato al Comune per le proprie politiche di edilizia abitativa. Per quanto riguarda invece l’area verde situata dalla parte opposta dell’ex – Scalo merci, quest’ultima sarà immediatamente ceduta al Comune per l’ampliamento del parco del Piraghetto. L’ampliamento del parco con il riuso degli edifici esistenti darà, così, nuovo valore all’intera area e a tutti i residenti del quartiere.

Per quanto riguarda l’Area 2 – Ambito stazione Ferroviaria questa è stata suddivisa in 8 Progetti unitari (P.U.) dei quali si interverrà sui soli primi 4 considerando che gli altri riguardano un bici park (P.U. n° 7) e un multipark (P.U. n° 5) già realizzati dal gruppo Fs Italiane e altri due spazi già utilizzati per Beni strumentali di RFI (P.U. n° 6 e P.U. n° 8).

Quindi:

per l’ambito n. 1 (P.U. n° 1) si intende lo spazio relativo all’attuale fermata degli autobus, che sarà completamente riqualificato e sarà trasferito come proprietà al Comune. Qui si procederà alla realizzazione di un collegamento alla stazione del tram tramite percorsi interrati. Inoltre si demoliranno e ricostruiranno la biglietteria Actv-Vela e il bar a servizio del piazzale per una superficie totale di 115 metri quadrati;

per l’ambito n. 2 e n. 3 (P.U. n° 2 e P.U. n° 3) l’accordo prevede la demolizione dell’edificio delle ex Poste e degli edifici annessi non più utilizzati. Al posto dei due immobili sorgeranno due torri a destinazione ricettiva che prevederanno, per i rispettivi primi due piani, una destinazione commerciale. Nell’interrato proseguiranno gli spazi commerciali in un percorso sotterraneo che consentirà l’accesso alla stazione dalla fermata del tram. Nel dettaglio il P.U. n° 2 prevede una superficie fondiaria di 1.740 metri quadri contro i 2.320 metri quadri del P.U. n° 3. In ciascuno la capacità edificatoria sarà di 14mila metri quadrati con la realizzazione di due torri, appoggiate su altrettanti basamenti, per un’altezza massima di 100 metri.

per l’ambito n. 4 (P.U. n° 4) si avvia il processo per la costruzione di una struttura di collegamento sopraelevata che collegherà la stazione di Mestre a Marghera anche con la presenza di unità commerciali. Le Ferrovie e il Comune cominceranno da subito a lavorare sul progetto, anche se spetterà a RFI predisporre lo Studio di fattibilità tecnico-economica della struttura e individuare le relative fonti di finanziamento entro un anno dall’entrata in vigore dell’Accordo. Un intervento che andrà coordinato e integrato, sul lato Marghera, con la realizzazione delle nuove strutture dell’area di via Ulloa, progetto pronto per essere sottoposto all’approvazione del Consiglio comunale, e con quella del nuovo edificio della Questura negli spazi una volta occupati dall’ex scuola Monteverdi.

Per quanto riguarda invece l’Area 3 – Area Verde di via Piave, quest’ultima sarà ceduta al Comune, che potrà disporre per la sua riqualificazione mantenendone la destinazione a verde pubblico.

Da oggi tutti gli atti riguardanti l’Accordo di Programma saranno consultabili sul sito del Comune di Venezia all’indirizzo http://www.comune.venezia.it/it/content/avvisi-pubblicazione-urbanistica.

Fino al 21 gennaio 2019 chiunque potrà presentare osservazioni al predetto Accordo tramite PEC all’indirizzo [email protected], o tramite consegna a mano presso gli uffici protocollo del Comune o raccomandata A/R.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

A Venezia barche solidali (e molti taxi) contro l’obbligo di GP a bordo

A Venezia le barche solidali trasportano gli isolani che non possono salire sui mezzi pubblici. “Aiutiamoci”, e una barca solidale parte dalla Palanca alla Giudecca e attraversa il Canale. Il porto sono le Zattere e i viaggiatori sono persone non vaccinate...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...