7 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Stalking all’ex e minacce al padre: divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla famiglia

HomeMinoriStalking all'ex e minacce al padre: divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla famiglia
la notizia dopo la pubblicità

15enne di Pordenone ricattata da senegalese: sesso o soldi o pubblico tuo video
Stalking all’ex fidanzatina fino a costringerla a cambiare casa per la paura.
Lui non voleva rassegnarsi alla fine della loro storia, anche se si erano lasciati da tempo. Tanto da perseguitarla con comportamenti molesti, chiamate e messaggi continui con minacce, fino a romperle il citofono di casa.

Comportamenti che assumono una valenza più grave se si considera che la giovane vittima è una ragazza minorenne.

Così, i carabinieri della stazione di Mirano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Venezia a carico di un ragazzo 19enne di origini marocchine indagato per i gravi reati di atti persecutori e danneggiamento.

Al ragazzo è stato imposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, l’ex fidanzatina minorenne, allargato anche a tutti i famigliari.

L’indagine, condotta dai militari sotto la direzione della Procura lagunare, parte dalla segnalazione del padre di una ragazza che aveva chiaramente percepito i segnali di una strana “relazione” della figlia con il ragazzo, ormai terminata da tempo ma che di fatto aveva strascichi insani.

Il 19enne, non rassegnandosi all’aver perso la fidanzatina, compiva ripetuti atti di molestia nei confronti della giovanissima e verso il padre di lei.

Si ripetevano, in maniera ossessiva, messaggi e chiamate telefoniche dal contenuto gravemente minatorio, fino alle minacce di morte. Così per circa un mese, finché il ragazzo non è passato anche alle vie di fatto, sfogando la propria frustrazione danneggiando il citofono dell’abitazione della ex fidanzatina, costringendo infine la giovane a cambiare domicilio per fuggire da altri eventuali colpi di testa.

Nel corso dell’indagine susseguita alla denuncia del padre per conto della ragazza, sono stati acquisiti i tabulati delle conversazioni telefoniche e delle chat incriminate.

Le risultanze dell’attività di raccolta e riscontro del materiale probante, unito alle dichiarazioni testimoniali dei protagonisti, sono state riferite all’Autorità giudiziaria, a seguito della quale il giudice ha ritenuto di adottare la misura cautelare del divieto di avvicinamento, non solo alla ragazza ed al padre ma anche in favore di tutti i conviventi, a cui i carabinieri hanno poi dato esecuzione con la formale notifica.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Dove si buttano le batterie a Venezia? E un cellulare? Ecco luoghi e orari: è una “ecomobile”

Forse non tutti sanno che a Venezia esiste un' "Ecomobile" acquea itinerante, che raccoglie alcune tipologie di rifiuti urbani pericolosi. Utile, pertanto, ricordarne orari e luoghi, anche perché con l’ora solare, da martedì 9 novembre, sono cambiati gli orari. E’ stata inoltre istituita...

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...