Speleologo trovato morto, mani legate dietro schiena e un sacchetto in testa

ultimo aggiornamento: 17/01/2016 ore 10:28

95

Speleologo trovato morto, mani legate dietro schiena e un sacchetto in testa

Oscar Leandri, speleologo 54enne originario di Bertinoro (Forlì-Cesena) era sparito da giovedì. E’ stato trovato morto con le mani legate dietro la schiena con una fascetta da elettricista e un sacchetto in testa, ‘sigillato’ al collo con alcuni giri di nastro adesivo. Il suo corpo senza vita è stato trovato in
un dirupo, in un’area detta Fosso del Fanante, nella frazione Miniera di Perticara, comune di Novafeltria.

L’autopsia è prevista per lunedì, intanto, dalla prima ispezione, è possibile ipotizzare cadaverica non sono stati trovati segni evidenti di violenza né di una eventuale colluttazione. In queste ore i militari stanno ascoltando i familiari e persone vicine alla vittima.


I carabinieri, che stanno conducendo le indagini, non escludono alcuna ipotesi. Nemmeno quella del suicidio. L’uomo non avrebbe avuto problemi in famiglia e neppure di natura economica.
Oscar Leandri, partito giovedì mattina, a casa aveva lasciato un biglietto per avvisare la compagna e la figlia adolescente che sarebbe andato a fare un’escursione in Alta Valmarecchia, nella zona di Perticara, dove era stato molte volte insieme ad altri speleologi. (cod. art. speleolocaffa)

Mario Nascimbeni
17/01/2016


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here