8.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Spaccio a Chioggia, arrestati due fratelli pescatori chioggiotti

HomeAltre NotizieSpaccio a Chioggia, arrestati due fratelli pescatori chioggiotti
la notizia dopo la pubblicità

Spaccio a Chioggia, arrestati due fratelli pescatori chioggiotti

Arrestati ieri sera, dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Chioggia, in flagranza di reato due fratelli chioggiotti di 39 e 37 anni.

L’attività di indagine degli agenti di Corso del Popolo è iniziata alcuni giorni fa, quando alcune fonti riferivano di un consistente movimento di soggetti, probabilmente dediti al consumo di sostanze stupefacenti, in prossimità di un caseggiato popolare in via Pigafetta, sempre in città.

Agli investigatori della Squadra Anticrimine è bastato qualche discreto servizio di osservazione per notare come, effettivamente, vi fosse un costante andirivieni di soggetti nella zona che, trattenendosi solo pochi minuti, se ne andavano poi alla spicciolata.

Nella serata di ieri, avuta la certezza che i due sospettati fossero in casa, è stato deciso di dare il via all’operazione.

In casa venivano quindi sorpresi due fratelli, tali B.D, di 39 anni e il fratello B.A. di 37 anni, entrambi celibi e di professione pescatori.

E proprio sul piano di lavoro della cucina, i poliziotti rinvenivano sette involucri già termosaldati con all’interno della sostanza stupefacente (poi identificata per cocaina) per un peso complessivo di oltre 11 grammi; in camera da letto, poi, altro stupefacente (cocaina e hashish), parte del quale pronto per essere consumato, mentre in altri vani venivano rinvenuti due bilancini e una bilancia elettronici di precisione.

Nelle disponibilità dei due fratelli, inoltre, venivano rinvenuti e posti sotto sequestro (come il precedente materiale) anche tutto il materiale necessario al confezionamento della droga, ovvero un pacco di bustine trasparenti, fermagli metallici e uno strumento elettrico per termosaldature.

E’ stato infine sottoposto a sequestro anche un telefono cellulare in uso ad uno dei fratelli e verosimilmente utilizzato per tenere i contatti con fornitori e clienti, e sul quale saranno svolte ulteriori e approfondite indagini

In totale è stato rinvenuto e sequestrato il seguente materiale, consistente in sostanza stupefacente e materiale per confezionamento: 7 dosi di cocaina già confezionate con termosaldatura (peso 11, 54 grammi), altre 4 dosi di cocaina confezionate e chiuse con un fermaglio e nascoste in un ovetto in plastica in camera da letto, altra cocaina (perso lordo, 0,04 grammi) pronta per il consumo, un pezzo di sostanza stupefacente di colore marrone – tipo hashish – per un perso di 0.79 grammi, un ulteriore pezzo di hashish del peso di 0,21 grammi nascosto in camera da letto, tre bilance/bilancini di precisione e materiale di confezionamento, fermagli, apparecchi termosaldante e un cellulare attivo (più altri non funzionanti ma acquisiti a scopo di indagine).

In considerazione dell’evidente attività di spaccio di sostanze stupefacenti, i due fratelli (che non annoverano precedenti penali specifici) sono stati condotti presso il Commissariato di Corso del Popolo e qui posti in stato d’arresto, con la successiva collocazione presso la loro abitazione in regime di arresti domiciliari.

26/11/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Dove si buttano le batterie a Venezia? E un cellulare? Ecco luoghi e orari: è una “ecomobile”

Forse non tutti sanno che a Venezia esiste un' "Ecomobile" acquea itinerante, che raccoglie alcune tipologie di rifiuti urbani pericolosi. Utile, pertanto, ricordarne orari e luoghi, anche perché con l’ora solare, da martedì 9 novembre, sono cambiati gli orari. E’ stata inoltre istituita...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri