Spacciava droga in pieno centro di Noale: arrestato

345

Noale, Porsche non si ferma all'Alt. Arrestato dopo inseguimento

Deteneva e spacciava Marijuana in pieno centro a Noale: arrestato dai Carabinieri.

Operazione antidroga dei Carabinieri della Stazione di Noale, che hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti P.A. 21enne del posto, residente a due passi dalla caratteristica Torre dei Tempesta.

L’operazione è stata sviluppata dai militari della locale Stazione a seguito dell’attività di ricognizione informativa e controllo svolta sul territorio, che aveva permesso di acquisire vari elementi in merito alla sussistenza di movimenti di stupefacente, nel centro abitato, orbitanti sostanzialmente attorno alle piazze e gestita da un gruppo ristretto di giovani del posto.

I Carabinieri, a seguito di approfonditi accertamenti, avevano acquisito notizie su un soggetto che si occupava dello smercio sul territorio della Marijuana in particolare a tossicodipendenti del posto, oppure ad altri spacciatori, spostandosi a piedi lungo la zona pedonale ed i parchi della città; venivano effettuati vari servizi mirati di osservazione controllo e pedinamento, l’ultimo dei quali proprio sabato sera – occasione in cui si registrava un afflusso deciso di persone che approfittano delle temperature ancora piacevoli, quando i Carabinieri notavano che il ragazzo usciva a piedi dall’abitazione – considerata la base logistica – con fare molto sospetto, in direzione della piazza, con due amici al seguito.

E’ dunque scattato il controllo, i militari fermavano il gruppo nella necessaria cornice di sicurezza, qualificandosi fulmineamente e non permettendo così nessuna azione elusiva. In particolare lo spacciatore, ormai certo di essere caduto nella trappola ben congegnata, mostrava subito chiari e lampanti segni di nervosismo. I Carabinieri, consci del fatto che il rinvenimento di uno spinello addosso al ragazzo fosse indicativo della indole del gruppo, estendevano la perquisizione al domicilio dei tre, scoprendo che la Marijuana era detenuta e preparata direttamente presso l’appartamento dove venivano rinvenuti 17,5 grammi di Marijuana, un bilancino di precisione insieme al resto del materiale per il confezionamento, insieme ad una discreta somma di denaro, giustificabile solamente con lo spaccio. A casa di un secondo soggetto, sempre colto con uno spinello in tasca, non veniva invece rinvenuto nulla, mentre il terzo soggetto, pulito alla perquisizione, deteneva in casa 5 grammi e mezzo.

I Carabinieri ritengono che quest’ultimo soggetto possa essere uno spacciatore in fase di “avvio”, ma la modica quantità rinvenuta non permetteva di procedere penalmente nei suoi confronti.

Per il primo soggetto, acclarata invece la natura penale della violazione, scattava l’arresto con l’applicazione della misura cautelare su disposizione dell’A.G. per la celebrazione del processo con rito per direttissima.

Gli inquirenti stanno approfondendo gli accertamenti per acclarare da un lato le fonti di approvvigionamento della sostanza, e dall’altro la portata del giro di spaccio che coinvolgeva il gruppo.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here