5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
24.7 C
Venezia
venerdì 18 Giugno 2021

Simbolo della famiglia dei consiglieri tosiani

HomeNotizie VenetoSimbolo della famiglia dei consiglieri tosiani

Simbolo della famiglia contro coccarde arcobaleno dei consiglieri tosiani

Sul bavero della giacca il simbolo della famiglia tradizionale, dove sono chiare le quattro figure: una mamma, un papà e due figli. I consiglieri tosiani Stefano Casali (capogruppo della Lista Tosi), Giovanna Negro (capogruppo di Veneto del Fare) e Maurizio Conte reagiscono alla coccarda arcobaleno dei consiglieri del Pd presentandosi in aula con il simbolo della famiglia naturale in bella vista, nei colori bianco e azzurro.

“Portiamo questo simbolo legato alla famiglia naturale in Consiglio regionale – spiegano Stefano Casali, Giovanna Negro e Maurizio Conte – per contrastare il bieco egoismo di chi vuole negare ai bambini il diritto di avere una mamma e un papà. Rappresentiamo quella gran parte degli italiani che vuole tutelare i minori, i bambini e la famiglia tradizionale nonostante vi sia una lobby che vuol far credere il contrario, privando egoisticamente i bambini dei loro diritti, quelli di avere una famiglia naturale. Renzi critica la Cei (Chiesa cattolica italiana), quando questa chiede verifiche e garanzie parlamentari sul voto al DDL Cirinnà ma permette spot di strumentalizzazione e propaganda (con i soldi pubblici) sul disegno di Legge a Sanremo”.

“Il Cirinnà – proseguono i tosiani – è istigazione all’utero in affitto, quindi abominio per l’umanità e una forma di prostituzione prolungata per nove mesi. Difendiamo la famiglia naturale e tradizionale e ci adopereremo per aiutarle, perché oggi l’istituzione della famiglia è gravemente a rischio”.

In foto: Stefano Casali (capogruppo della Lista Tosi), Giovanna Negro (capogruppo di Veneto del Fare)

14/02/2016

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor