Silvio Gagno. Un Percorso nel colore 1975 – 2017, successo di pubblico e critica

La mostra antologica dell’artista veneto Silvio Gagno a Palazzo Sarcinelli di Conegliano, a cura di Sileno Salvagnini, dopo un mese dalla sua apertura, volge oramai al termine, dopo aver riscosso un ottimo successo di pubblico e di critica d’arte.

La mostra fisicamente si conclude – come naturale sia – ma continua a vivere e a raccontarsi nei due cataloghi che sono stati realizzati e che raccolgono tutta l’opera e la parabola artistica di Silvio Gagno.

Con l’occasione l’artista farà dono all’Amministrazione Comunale di Conegliano di un’opera d’arte pregevole, di grande formato, in una cerimonia pubblica domenica sera alle ore 18 nelle Sale della Galleria del Novecento di Palazzo Sarcinelli alla presenza del Sindaco, del Vice Sindaco e dell’Assessore alla Cultura.

Il maestro aveva già precedentemente donato al Comune di Conegliano nel 1998, in occasione di una mostra di grandi artisti italiani contemporanei, curata da Marco Goldin, una tela dal titolo Fosfeni del 1995 che in questo mese è stata esposta e che si può ancora ammirare all’ingresso della mostra stessa.

Questa mostra coneglianese è stata occasione per ripercorrere con l’artista la sua lunga e proficua attività. Come accade in questi casi, allineare le opere di una vita intera consente sguardi retrospettivi capaci di inserirle in un unico racconto. Ne esce la storia di un artista di forza singolare, con la sua “ventata di freschezza, di leggerezza, di felicità per gli occhi e per l’anima. Un bagno di luce e di colore …”.

Abbiamo potuto conoscere i vari periodi dell’artista, dall’iniziale espressività della figurazione degli anni ’70, l’intimismo della pittura degli anni ’80, l’abbandono di ogni constatativa e documentaria degli anni ’90, fino a liberare il pennello sulle grandi tele dei Cieli alti che segnarono il suo distacco definitivo dal figurativo, passando poi per i Codici superando la visione naturalistica, sino alla grande sintesi pittorica attuale della Rigenerazione.

Sicuramente l’intera produzione artistica di Silvio Gagno è difficile da raccontare esaustivamente, forse impossibile…. Come ogni antologica si deve avere il coraggio di fare un ‘distillato’, per arrivare all’essenza, con una accurata “selezione di opere”. Forse ci siamo riusciti? O forse no? L’importante è aver toccato con mano l’amore e l’apprezzamento del pubblico per l’artista, per quello che ci ha fatto provare e ci ha saputo trasmettere con la sua tavolozza. È il modo migliore per raccontare l’avventura pittorica di Silvio Gagno, per arrivare all’artista e alla sua dimensione, la trasparenza e la potenza della sua opera.

La conclusione di una mostra per un artista come Silvio Gagno è anche occasione per stilare un bilancio sulla sua produzione e per ritrovare rinnovate energie per continuare il suo lavoro di ricerca.

La serata sarà allietata da un brindisi finale.

Per maggiori approfondimenti visitare il sito dell’artista, ove sono online i due cataloghi digitalizzati.

www.silviogagno.it

(foto di repertorio)


ultime notizie venezia

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here