3.1 C
Venezia
martedì 26 Gennaio 2021

Sicurezza a Venezia, Brugnaro: Carnevale e Burqa sì, ma identificando persone

Home Notizie Venezia e Mestre Sicurezza a Venezia, Brugnaro: Carnevale e Burqa sì, ma identificando persone
sponsor

Sicurezza a Venezia, Brugnaro: Carnevale sì, ma identificando persone

sponsor

“Siamo delle persone pacifiche, ma non arrendevoli” e nella nuova lotta al terrorismo a Venezia, come nelle altre realtà all’interno del sistema europeo, come ricorda il sindaco Luigi Brugnaro, oggi c’è la necessità di poter identificare le persone.

commercial

Parte da questa premessa la stretta nei sistemi di sicurezza a Venezia che il comune lagunare vuole mettere in atto per la rete museale cittadina.
Un piano che prevede un rafforzamento dei controlli agli accessi anche con la possibilità di identificazione delle persone.

A tale riguardo, a titolo di esempio, Brugnaro ha indicato che se si dovesse presentare una donna con il Burqa che le cela il viso potrebbe essere invitata ad andare in una stanza separata per farsi identificare.
Un analogo sistema, in linea più generale, potrebbe essere attuato in occasione del prossimo carnevale.

Ribadendo l’invito a tutti a recarsi a Venezia per il carnevale in maschera “senza problemi”, il sindaco ha detto che potrebbero essere pensate delle misure analoghe, come delle ‘aree separate’, per arrivare all’identificazione di alcuni.

Su un fronte più generale della sicurezza, Brugnaro ha parlato dell’intesa con il prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia, per quando riguarda i controlli sulle strutture ricettive per la comunicazione delle presenze e dello studio affidato a una società municipalizzata per la definizione di portali nei punti d’accesso alla città per arrivare all’identificazione in tempo reale dell’arrivo di veicoli rubati o sospetti da comunicare alla polizia municipale e alle forze dell’ordine.

Brugnaro, facendo un richiamo anche al recente furto di opere d’arte a Verona – due Tintoretto provenienti dal museo Castelvecchio sono in mostra a Venezia- ha ricordato anche che sarà rafforzata la protezione delle opere con il potenziamento dei sistemi d’allarme.

Grande attenzione sarà dedicata anche ai percorsi pedagogici, con l’incremento dell’offerta degli itinerari educativi perché “l’educazione all’arte deve iniziare da piccoli”.
Annunciata anche una rivoluzione negli orari di apertura al pubblico, con serate e addirittura nottate al museo.

Visitando le sale espositive della mostra dedicata ad Andrea Schiavone, accompagnato dalla direttrice dei Musei civici, Gabriella Belli, e dal curatore, Enrico Dal Pozzolo, il sindaco
ha potuto apprezzare la selezione delle opere, che offrono uno sguardo a tutto tondo su un artista che realizzò dipinti, incisioni e stampe.

Di particolare rilievo il raffronto tra le opere di Schiavone e quelle di pittori a lui contemporanei, come Vasari e Salviati, in cui si evidenzia l’antitesi e l’intreccio tra la scuola veneziana e quella fiorentina e romana.
“Mostre di questa valenza, che hanno richiesto un articolato lavoro di ricerca – ha assicurato il sindaco – il Comune di Venezia continuerà a sostenerle”.

Laura Beggiora
28/11/2015

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...
sponsor

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...
commercial

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Una famiglia distrutta. Tragedie del Covid, tragedie a cui manca un perché

Una famiglia distrutta dal Covid. Sterminati i genitori e il figlio. Una tragedia del Veneziano, della nostra provincia, al punto che ha fatto dire...

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.