Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
8.9C
Venezia
domenica 28 Febbraio 2021
HomeCronacaSi spezza il cavo e precipita l'ascensore. Nella cabina accartocciata madre e figlia

Si spezza il cavo e precipita l’ascensore. Nella cabina accartocciata madre e figlia

cabina ascensore precipitato con madre e figlia in passeggino

Ilaria e Sofia stanno tornando a casa dopo una passeggiata per le strade di Pegli. Sono le 12.30
e Sofia, tre anni, deve mangiare.

E’ un’ascensore a rovinare una giornata assolata di fine primavera, per la rottura del cavo che si spezza e fa precipitare mamma e figlia per una trentina di metri, dentro una cabina che si accartoccia per l’urto devastante contro il suolo.

La tragedia sfiorata si consuma in via Rizzo, sulle alture di Pegli. L’ascensore, che è di proprietà di un consorzio condominiale, collega una serie di condomini dal basso verso l’alto. Normalmente procede lento in senso obliquo, all’esterno della via costeggiata di alberi.

L’allarme per un guasto all’impianto scatta mezz’ora prima dell’incidente. I condomini chiamano l’assistenza che raccoglie la segnalazione e manda la squadra. Nessuno, però, stacca la corrente, segnala che l’ascensore ha problemi e non può essere usato.

Alle 12.30 Ilaria Porrata, 24 anni, dipendente del Grand Hotel Mediterranee, ignara, schiaccia il pulsante, gira la chiave e sale con il passeggino dove ha sistemato Sofia.
Mamma e figlia sono quasi arrivate in cima quando il cavo cede, si spezza come un filo sottile.

Ilaria e Sofia precipitano. “Ho visto l’ascensore che scendeva molto velocemente – racconterà subito dopo una testimone ai carabinieri che indagano insieme ai vigili del fuoco – e poi ho sentito un botto fortissimo”.

Nel mirino degli inquirenti c’è la manutenzione dell’impianto: era stata eseguita in tempo? I controlli erano stati regolari? Ma anche quella mezz’ora fatale è al vaglio degli investigatori: come mai nessuno ha interrotto le corse dell’ascensore nonostante ci fosse un guasto, perché non è stato messo un cartello o, semplicemente, non è stata interrotta la corrente? Forse, una semplice precauzione avrebbe evitato l’incidente.

La donna è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale San Martino di Genova. Ha numerose fratture in diverse parti del corpo, una lesione a un polmone e alla milza. Nel pomeriggio è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico.

La piccola Sofia, invece, è fuori pericolo, ma tenuta in osservazione per precauzione all’ospedale pediatrico Gaslini. Ad attutire l’urto è stato il passeggino su cui era seduta e legata con le cinturine e l’abbraccio protettivo della sua mamma.

Laura Beggiora | 06/06/2016 | (Photo d’archive) | [cod ascege]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...

Lisa e Orsetta, la sfida di aprire per i residenti a Venezia

Lisa e Orsetta, la sfida di aprire per i residenti a Venezia. In realtà le sfide sono più d'una, perché le due veneziane hanno...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Chiuso profilo TikTok di donna che sfidava a soffocarsi, aveva 700mila follower

Chiuso profilo TikTok di una donna che "istigava al suicidio". Si tratta del profilo Tik Tok di una influencer con circa 700.000 follower. Il provvedimento...

Trambusto a Piazzale Roma: straniero si denuda in tram e aggredisce tutti

Si denuda a bordo del tram e poi aggredisce il conducente e gli agenti: arrestato dalla Polizia locale a Piazzale Roma. Protagonista uno straniero che...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Ciclista trovato morto a bordo strada a Sernaglia, forse investito e non soccorso

Trovato morto ciclista a bordo strada questa mattina. Si tratta di un uomo di 45 anni. Il deceduto è stato scoperto un paio d'ore fa al...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...
spot

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...

Covid, a Mestre centro oggi tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Mose: perito per le cerniere da le dimissioni. “Nel 2019 abbiamo rischiato”

Clamoroso al Mose. La notizia esplode questa mattina in edicola con la Nuova Venezia. L'articolo racconta nel dettaglio una durissima lettera d'accusa inviata al Provveditore...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.