pubblicità
pubblicità
11.9 C
Venezia
giovedì 15 Aprile 2021
HomeZaiaAl cinema e in teatro dal 15 giugno. Nuovo ordinanza Zaia: "Turisti positivi, quarantena in albergo"

Al cinema e in teatro dal 15 giugno. Nuovo ordinanza Zaia: “Turisti positivi, quarantena in albergo”

Zaia: gravissimo se c'era un piano del disastro ed è stato tenuto nascosto

Da lunedì 15 giugno riaprono in Veneto cinema e teatri, circhi e spettacoli viaggianti, spettacoli lirici e sinfonici, in conformità alle linee guida regionali. Lo stabilisce la nuova ordinanza regionale, illustrata oggi dal presidente Luca Zaia.

In particolare, il numero massimo di spettatori viene stabilito in relazione alla capienza della struttura, tenendo uno spazio libero tra le sedute fisse.

Nel caso non siano identificate le sedute fisse, si tiene la distanza di un metro.

Di conseguenza, via libera a discoteche e locali pubblici, sagre, congressi e fiere, sale da gioco e bingo, e infine al Casinò di Venezia. Tutti riapriranno in Veneto dal 19 giugno.

La nuova ordinanza regionale è in vigore da oggi fino al 10 luglio, ed è stata illustrata dal presidente Luca Zaia. “Il Casinò – ha precisato Zaia – ha linee guida autoprodotte, quindi nell’ordinanza facciamo riferimento ai protocolli sottoscritti dall’amministrazione con i sindacati del 10 giugno scorso”.

La pratica degli sport con contatto, inoltre, riprenderà in Veneto dal 25 giugno, seguendo le linee guida sottoscritte con l’Ufficio sport della Presidenza del Consiglio, o con le linee guida regionali. “Questa data – ha aggiunto Zaia – potrà essere anticipata in caso di intesa con il Ministero della salute”.

Infine: “I turisti risultati positivi al Coronavirus in Veneto dovranno essere presi in carico dai servizi d’igiene e prevenzione delle Ulss competenti nel territorio del loro alloggio e stare in isolamento per 14 giorni negli alberghi convenzionati”. “Spero che non si verifichi mai – ha precisato Zaia – ma in sostanza si tratterà di una quarantena in vacanza. Teniamo conto che il 66,7% dei turisti che vengono da noi sono stranieri. Il tutto va interpretato con la massima prudenza, ma intanto c’è la possibilità fare attività all’aperto, poi se i dati epidemiologici miglioreranno si va ad allentare tutto”, ha concluso.

Data prima pubblicazione della notizia:

Una persona ha commentato

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
sponsor
spot