Sgomberato edificio, un tir di immondizie rimosso

ultimo aggiornamento: 14/10/2014 ore 19:28

120

Sgomberato edificio in viale Primavera dagli abusivi

Quasi un tir di immondizie asportato. Disinfezione degli ambienti ad opera di una ditta specializzata e domani mattina, una volta passati gli effetti delle sostanze detergenti, inferriate a porte e a finestre.
Provvedimenti connessi all’operazione condotta dalla Polizia Locale dalle 8,30 di questa mattina sull’edificio di viale Primavera, a San Donà, già colpito da ordinanza di sgombero.

L’edificio, in una zona residenziale densamente abitata e prossima al centro cittadino, era già da anni noto al Comando della Polizia Locale per periodiche occupazioni abusive. Aveva già subito più volte ispezioni, culminate in una denuncia per furto di energia elettrica a carico di alcuni occupanti abusivi nel corso dell’anno scorso.


A coordinare l’intervento il vicesindaco e assessore alla sicurezza Luigi Trevisiol. «L’intervento è stato disposto a seguito della segnalazione di occupanti anche dopo l’ordinanza di sgombero dello scorso agosto – spiega il vicesindaco – Vigileremo allo stesso modo affinché le stesse persone non occupino un altro edificio».

Dal marzo scorso, a seguito di segnalazioni, l’edificio era infatti oggetto di sopralluoghi, che avevano rilevato la presenza di persone di nazionalità rumena. A seguito di un’ultima ispezione congiunta da parte del Comando di Polizia Locale e di personale del Dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica della Ulss 10, era stata emessa ordinanza di sgombero e messa in sicurezza degli immobili.

«C?’ un monitoraggio non occasionale del territorio da parte dell’amministrazione, in collaborazione con le Forze dell’Ordine e con tutti gli altri enti interessati alla sicurezza che tiene molto conto anche delle segnalazioni dei cittadini – aggiunge Trevisiol – Quando si accertano situazioni come queste, la linea è quella dell’intervento e della fermezza. Perciò, visto che l’edificio era stato di fatto rioccupato, sia pur in forma meno stabile rispetto al passato, mantenendo comunque una situazione sanitaria inaccettabile, si è intervenuti in maniera drastica».


Redazione

13/10/2014

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here