mercoledì 19 Gennaio 2022
4.3 C
Venezia

Sfregiata a coltellate dall’ex che gli è tornato a casa per il lockdown

HomeViolenza contro le donneSfregiata a coltellate dall'ex che gli è tornato a casa per il lockdown

Vincenzo Cordì bruciato auto arrestata moglie

Sfregiata con ferite permanenti al volto, aggredita a coltellate dall’ex: la vittima era stata costretta ad accettarlo e a convivere con lui per il lockdown. Continua la lista delle donne aggredite dagli ex.

Teatro del dramma Verona. La violenza è maturata durante un periodo di convivenza forzata per il lockdown.

L’aggressione è avvenuta ieri sera a San Zeno di Montagna (Verona). La violenza ha armato la mano di un cittadino marocchino di 40 anni che ha sfregiato al volto e al capo l’ex convivente, una donna 52enne del luogo.

Lei aveva interrotto dopo 10 anni la relazione, piuttosto turbolenta, allontanando da casa il compagno che aveva trovato ospitalità da alcuni connazionali a Costermano sul Garda.

Con l’arrivo della pandemia, però, la donna era stata costretta a riammetterlo in casa perché l’uomo aveva conservato la residenza a San Zeno, e lì aveva il diritto di trascorrere il periodo di lockdown.

In questi mesi, i contrasti fra i due si sono acuiti nuovamente perché l’uomo accusava l’ex compagna di aver allacciato una nuova relazione.

Con lo sblocco delle restrizioni, alla fine, lei ha insistito perché l’uomo lasciasse l’abitazione. Dopo aver caricato i bagagli sull’auto, però, l’uomo ha chiesto l’ultimo bacio alla donna e invece le ha sferrato una serie di coltellate al volto e alla testa.

La vittima è stata portata in ospedale dove è stata curata con una prima prognosi di 20 giorni per una ferita maggiore al volto superiore a 20 centimetri, con conseguente lesione deturpante del viso.

L’aggressore è fuggito intenzionato a espatriare, ma è stato arrestato a Reggio Emilia dopo una caccia all’uomo coordinata dai Carabinieri di Caprino Veronese con il supporto dei militari di Torri del Benaco (Verona) e del capoluogo reggiano, dove è stato bloccato nel questa notte.

Ora il 40enne è nel carcere di Reggio Emilia a disposizione della competente Procura, con le accuse di lesioni personali aggravate e deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

Venezia: arriveranno un nuovo Ferry boat e due battelli ibridi

La Giunta Comunale, riunitasi oggi, ha approvato la convenzione tra il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ed il Comune di Venezia avente ad oggetto la “Regolamentazione dei rapporti relativi al finanziamento per incentivare la salvaguardia ambientale e la prevenzione...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...