venerdì 21 Gennaio 2022
7.4 C
Venezia

“Segregata in casa sua, prigioniera di 29 scalini”, l’Ater: mai ricevuta richiesta di trasferimento

Homecase"Segregata in casa sua, prigioniera di 29 scalini", l'Ater: mai ricevuta richiesta di trasferimento

"Segregata in casa sua, prigioniera di 29 scalini", l'Ater: mai ricevuta richiesta di trasferimento

Un quotidiano locale ha pubblicato oggi una notizia dal titolo “Segregata in casa sua, prigioniera di 29 scalini” riferito ad una signora impossibilitata ad uscire per quello che, con il tempo, è diventato l’ostacolo insormontabile dei gradini.

L’Ater precisa ora che non esiste una domanda di mobilità presentata. La Signora, inoltre, non è nemmeno esclusa dalla graduatoria del bando comunale speciale per gli alloggi in Campo dei Sassi, ma risulta 28esima in graduatoria.

Gli alloggi destinati ad inquilini con disabilità, in campo dei Sassi, sono 6, mentre altri 26 sono destinati ad utenti anziani. Sulla base dei requisiti richiesti dal bando e della documentazione presentata, gli utenti con fragilità socioeconomiche che presentano le situazioni più delicate e precarie, sia di salute che economiche, hanno avuto la priorità nella graduatoria.

A differenza di quanto dichiarato dalla signora e pubblicato dal quotidiano, tra i requisiti necessari per poter accedere al bando speciale l’inquilino non doveva essere sottoposto a sfratto per morosità, come viene citato nel modulo della domanda: “non essere sottoposti a provvedimenti esecutivi di rilascio dell’alloggio per inadempienze dovute al mancato pagamento dei canoni di locazione e/o accessorie”.

E’ precisato inoltre che, da settembre 2018, cioè da quando l’Ater di Venezia è diventata operativa anche sul fronte delle mobilità (prima spettava all’amministrazione comunale), quindi con la possibilità di trasferire gli inquilini per particolari esigenze in alloggi diversi da quelli precedentemente assegnati (in base a quanto previsto dalla nuova legge regionale n.39 del 2017), nessuna richiesta di mobilità è pervenuta all’Azienda da parte della Signora che abita in via Catene a Marghera.

Spiace apprendere dai giornali di tale situazione, l’Ater di Venezia sta lavorando silenziosamente da mesi, proprio su questo fronte, per risolvere controversie simili: inquilini assegnatari con problemi di mobilità e/o anziani ultrasettantenni che chiedono un cambio alloggio per avvicinarsi alla famiglia o ai luoghi di cura. Molti di questi inquilini sono già stati trasferiti in altre abitazioni, con soddisfazione e ringraziamenti da parte degli stessi.

Non va però dimenticato che l’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale veneziana ha risorse, economiche e umane, limitate, e gli assegnatari degli alloggi nella città Metropolitana sono oltre 9mila, senza contare gli ospiti, quindi le famiglie che vivono con gli assegnatari. In tutto, circa 20mila inquilini Ater.

Inoltre, la maggior parte del patrimonio immobiliare è di vecchia costruzione, e prima di spostare un inquilino con difficoltà motorie in un diverso alloggio si rendono necessari lavori di ristrutturazione, soprattutto di adeguamento per quanto riguarda, ad esempio, i bagni per utenti con disabilità.

L’Ater di Venezia, solo in questo momento, sta gestendo 103 domande di mobilità da parte degli inquilini: 72 nel Comune di Venezia e 31 nel resto della Città Metropolitana. La quasi totalità di queste richieste proviene da inquilini con situazioni di fragilità, chi per età avanzata o per problemi di salute. Domande che naturalmente vengono considerate prioritarie e urgenti rispetto ad altre.

Sul delicato fronte delle mobilità per gli inquilini con difficoltà motorie c’è il massimo impegno da parte dell’Azienda e in particolare del Servizio utenza che segue le richieste. E’ però condizione necessaria che l’assegnatario presenti la domanda di trasferimento in un alloggio diverso all’Ater, che in questo caso non c’è stata.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Ponte della Costituzione scivoloso, altri lavori. Amore-odio dei veneziani per il Ponte di Calatrava

Ancora guai per il Ponte della Costituzione progettato dall’architetto Santiago Calatrava, che tanto ha fatto discutere i cittadini veneziani, che hanno prima incontrato e poi vissuto gli effetti di un’opera che è costata 11 milioni di euro. Il Ponte era entrato nell’immaginario...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...