Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
13.2C
Venezia
venerdì 05 Marzo 2021
HomeHellas VeronaSe credi in un allenatore lo difendi. Situazione Hellas Verona

Se credi in un allenatore lo difendi. Situazione Hellas Verona

osvaldo bagnoli xbox

Le cose non vanno, inutile coprirsi con il paraocchi. Non lo stanno facendo i tifosi, non deve farlo la dirigenza.

Qualche settimana fa, in un articolo ventilavo per l’Hellas Verona gli spettri dell’anno di Lega Pro con Remondina allenatore. Purtroppo dopo il pareggio di Vercelli, questi spettri stanno prendendo maggior sostanza. Un 1 a 1 totalmente inutile e raggiunto in extremis, dopo una delle peggiori prestazioni dei Gialloblu. A fine partita i giocatori hanno lamentato la poca vicinanza dei tifosi alla squadra. È la seconda volta che capita nel giro di poche partite.

Conoscendo il pubblico dell’Hellas Verona, che non ha mai fischiato e criticato la squadra in campo, nemmeno durante la disgraziata retrocessione dello scorso anno, i fischi dell’ultimo periodo sono strani.

Avvenuti addirittura in modo preventivo, alla lettura delle formazioni contro l’Ascoli. Con questa squadra e questo allenatore non si è creato un feeling, nonostante l’eccezionale prima parte di campionato. Era difficile infatti prevedere un calo del genere, nel gioco, nei risultati e nell’autostima. Questi giocatori infatti sembrano terrorizzati di vincere.

Il carattere non si compra al mercato, è qualcosa che si ha o non si ha e se non lo si ha, deve trasmetterlo l’allenatore. Non credo a chi dice che Fabio Pecchia non sia un duro, uno che nei commenti dei tifosi viene definito “mollo”. Solo perché non sbraita davanti ai microfoni della stampa, non significa che nello spogliatoio non sbatta le porte e prenda a pugni gli armadietti.

Il problema piuttosto è il suo essere “talebano” nel modulo e nell’impostazione della squadra.

Inutile insistere, questi giocatori non sono adatti al 433 e i risultati arrivano quando si hanno due punte vicine; vedi il goal Ganz con Cappelluzzo a fianco. Il grande allenatore comprende i limiti delle proprie idee e soprattutto adatta il gioco ai giocatori a disposizione!

Questa mania degli allenatori moderni di far giocare fuori ruolo, adattando l’attaccante esterno, terzino, la mezzapunta a centrocampo eccetera, è qualcosa di insopportabile. Ricordo le parole di un allenatore diventato leggenda proprio a Verona, uno che Arrigo Sacchi considera maestro, parlo di Osvaldo Bagnoli. Lui andava dal giocatore e gli chiedeva “Tu dove preferisci giocare?”. E in base alla risposta lo metteva in campo, il terzino deve fare il terzino, il mediano il mediano. È così difficile?

Continuando così, questa squadra non vedrà la serie A nemmeno con il binocolo. Certamente non direttamente e non ha la forza di affrontare i play-off, la forza caratteriale.

Di cambiare l’allenatore non se ne parla, la Società ha scommesso su Pecchia e difficilmente ammetterà il proprio errore con un esonero. Allora però, va difeso e riconfermato con una conferenza o si rischia di lasciarlo solo come già fatto a Gennaio. Quando tutti si rinforzavano e a Pecchia non sono stati presi giocatori utili davvero al suo gioco.

Mattia Cagalli

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...