Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
12.5C
Venezia
giovedì 04 Marzo 2021
HomeNotizie VenetoScuole paritarie veneziane, tagli finanziamenti: aumentano rette, famiglie in crisi

Scuole paritarie veneziane, tagli finanziamenti: aumentano rette, famiglie in crisi

Scuole paritarie veneziane, tagli finanziamenti: aumentano rette, famiglie in crisi

Puntualmente ogni anno gli annunci si ripetono e sono sempre inquietanti quando riguardano la scuola e lo sono particolarmente quando toccano i servizi della prima infanzia.

Non si conosce ancora con precisione la mappa delle trentasei scuole paritarie del Comune di Venezia che potranno offrirsi a Settembre, perché il previsto aumento delle rette metterà in crisi le famiglie.

Sono ancora una volta i finanziamenti a segnare il domani di quelle scuole per l’infanzia e il Nido di Trevignano (molto in crisi anche per problemi di natalità e di iscrizioni) e la patata bollente passa di mano in mano e tocca i contributi comunali, diminuiti del 15% (centocinquantamila euro) nell’anno in corso, i fondi regionali, le promesse e le previsioni.

La Federazione italiana Scuole Materne, attraverso il presidente Stefano Cecchin, teme che i bilanci non reggano ai bisogni, tenuto conto che del taglio ulteriore della Regione Veneto, che ha diminuito del 26% (trecentomila euro) il suo finanziamento.

Fino all’anno corso il Comune stanziava 27mila euro per ogni scuola paritaria e la Regione stanziava circa un milione e cento euro per l’area veneziana, arretrando ora a 817mila euro. Al di là dei numeri prevale il concetto che i tagli penalizzano i bambini, le famiglie, i lavoratori.

La notizia mette in allarme le famiglie e fa arrabbiare il parroco di Carpenedo Gianni Antoniazzi, che ha pubblicato su “Lettera aperta” una foto dell’Assessore all’Istruzione del Comune Paolo Romor con la scritta provocatoria e di dubbio gusto: chi spoglia i nostri bambini.

In sostanza, nessuno ha voglia di mettere in discussione le scuole paritarie (vista la complessa situazione degli spazi comunali, anch’essi tagliati da scelte ministeriali che poi ancora penalizzano le famiglie), ma di fatto in un incontro avvenuto a dicembre, fra assessori e responsabili degli spazi educativi, era stata preannunciata la diminuzione dei finanziamenti.

E ora l’assessore al Bilancio Michele Zuin chiarisce che la riduzione del 15% è stata in parte compensata con quella della Tares (per le scuole), del 50%, circa 70mila euro, diventate preziose mediatrici della crisi. Inoltre, ha chiarito con l’assessore Paolo Romor, di aver chiesto di trasformare la convenzione triennale, in annuale, per poter monitorare di anno in anno la situazione.

Fuori da ogni retorica le istituzioni sanno quanto sono importanti gli spazi educativi per i bambini e le famiglie, quelli veneziani sono sempre stati apprezzati per qualità ed efficienza, grazie a personale preparato e motivato, ma ogni anno l’aumento delle rette, il problema delle graduatorie, la riduzione di spazi e personale, di materiale didattico, creano incertezza che forse sarebbe possibile rimuovere, chiarendo possibilmente i rapporti che intercorrono fra pubblico e privato e la filosofia che definisce le convenzioni.

Andreina Corso | 03/05/2016 | (Photo d’archive) | [cod scuopa]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...