COMMENTA QUESTO FATTO
 

Scoprire online la Biennale Arte 2015 in collaborazione con Google Cultural Institute

Inaugurazione oggi a Venezia (Ca’ Giustinian, sede della Biennale) dello spazio dimostrativo “Google Cultural Institute @ Biennale Arte 2015”.

Lo spazio presenta risultati e tecnologie utilizzate per realizzare la messa online della Mostra secondo i termini della collaborazione tra La Biennale di Venezia e Google.
Una selezione di opere della Biennale Arte 2015 (curata da Okwui Enwezor) e di Padiglioni dei Paesi partecipanti, è stata resa disponibile online sul sito del Google Cultural Institute (g.co/biennalearte2015) oltre che sul sito della Biennale di Venezia (http://www.labiennale.org/it/arte/esposizione2015-online/).

Lo spazio interattivo rimarrà aperto fino al 23 gennaio 2016, permettendo ai visitatori di vivere o rivivere un’esperienza interattiva della Mostra anche dopo la conclusione (22 novembre 2015).

Vi sarà presentato per la prima volta in Italia il Liquid Galaxy, uno strumento composto da diversi schermi ad alta risoluzione affiancati, in grado di offrire al pubblico l’esperienza coinvolgente di una visita virtuale della Biennale Arte 2015, attraverso le oltre 80 immagini Street View realizzate nelle aree espositive interne ed esterne dei Giardini e dell’Arsenale. Inoltre, quattro postazioni dotate di tablet permetteranno di apprezzare le opere di Biennale Arte 2015 navigando gratuitamente su g.co/biennalearte2015.

L’inaugurazione di oggi è avvenuta alla presenza del Presidente della Biennale, Paolo Baratta, della Responsabile Public Policy del Google Cultural Institute, Giorgia Abeltino, e dell’Head of Country Operations del Google Cultural Institute, Luisella Mazza.

23/10/2015

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

  1. penso che questa idea sia meravigliosa, solo non riesco ad entrare nel programma. per mia incapacità. Riproverò con un esperto perché questa idea di poter visitare la Biennale da case sul pc è ‘mondiale’. Bravissimi

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here