Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
8.9C
Venezia
domenica 28 Febbraio 2021
HomeNotizie NazionaliSciopero nella scuola, i sindacati: dimissioni ministro Giannini

Sciopero nella scuola, i sindacati: dimissioni ministro Giannini

Sciopero nella scuola, i sindacati: dimissioni ministro Giannini

Nuovo sciopero nella scuola ieri dopo quello indetto la scorsa settimana dai Cobas. Stavolta a
organizzare la protesta sono stati Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals con cortei e iniziative in tutta Italia, anche davanti al ministero dell’Istruzione.

I sindacati chiedono innanzitutto di rinnovare il contratto di lavoro, fermo da anni.

Allo sciopero ha aderito il 9,04% del personale in servizio, secondo quanto ha rilevato il Dipartimento della Funzione Pubblica. Il dato ha fatto rilevare a Francesca Puglisi, responsabile Scuola del Pd che “rispettiamo questi insegnanti e amministrativi, ma non possiamo non constatare che finalmente le incomprensioni con il mondo della scuola si stanno risolvendo”.

D’altra parte, chi è sceso in piazza non ha risparmiato critiche pesanti. “Chiediamo le dimissioni del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e se non ci saranno risposte siamo pronti a proclamare lo sciopero generale”, ha detto il segretario nazionale di Flc Cgil, Luigi Rossi, alla fine della manifestazione organizzata a Cagliari per il rinnovo del contratto della scuola.

“Un anno dopo lo sciopero di maggio 2015, ancora protestiamo contro la legge sulla buona scuola che non dà risposte – ha tuonato il leader sindacale – nella legge 107, infatti, non esiste alcun riferimento al personale tecnico amministrativo, né all’obbligo scolastico e tanto meno al sistema dell’apprendimento permanente”.

“Abbiamo assunto centomila insegnanti, stiamo facendo il concorso per altri 63 mila, stiamo provvedendo anche alla questione del personale Ata, abbiamo messo 4 miliardi di risorse fresche, più i soldi per l’edilizia”, gli ha risposto il ministro Stefani Giannini da Firenze. “Francamente credo che anche di questo la Cgil debba prendere atto”, ha aggiunto.

“Grazie alle lavoratrici e ai lavoratori, tantissimi, che hanno partecipato oggi allo sciopero e alle manifestazioni svoltesi in tutte le più importanti città d’Italia. Un segnale importante di presenza e vitalità di una categoria che crede nel suo lavoro e crede nella scuola. Persone che riaffermano, tra mille difficoltà, la determinazione a non rassegnarsi, a non subire le scelte di chi vorrebbe ridimensionarne il protagonismo professionale”, ha sottolineato Maddalena Gissi, segretaria generale Cisl Scuola.

“Il Governo non può fare le orecchie da mercante. Ha il dovere di aprire nei prossimi giorni il confronto con i sindacati”, ha aggiunto la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan.

“Ci preoccupa la direzione che sta prendendo la nostra scuola all’indietro nella storia, ci preoccupano le ‘scuole di tendenza’, ci preoccupa la trasformazione genetica che sta avendo la scuola ad opera delle legge 107”, le ha fatto eco Pino Turi della Uil scuola.

Il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Gabriele Toccafondi, ha fatto notare come nel 2015 siano stati 60 gli scioperi nel settore scuola, +300% rispetto al 2014, e nel 2016 prosegue la linea.
“Un dato sproporzionato rispetto ad un Governo che investe sulla scuola 3 miliardi proprio da quest’anno”, ha detto Toccafondi.

E intanto l’Unione Sindacale di Base ha proclamato per il prossimo 25 maggio lo sciopero nazionale di 24 ore dei lavoratori addetti alle pulizie e al decoro nelle scuole.

Redazione | 21/05/2016 | (Photo Pestugia) | [cod emmape]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...

Lisa e Orsetta, la sfida di aprire per i residenti a Venezia

Lisa e Orsetta, la sfida di aprire per i residenti a Venezia. In realtà le sfide sono più d'una, perché le due veneziane hanno...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Chiuso profilo TikTok di donna che sfidava a soffocarsi, aveva 700mila follower

Chiuso profilo TikTok di una donna che "istigava al suicidio". Si tratta del profilo Tik Tok di una influencer con circa 700.000 follower. Il provvedimento...

Trambusto a Piazzale Roma: straniero si denuda in tram e aggredisce tutti

Si denuda a bordo del tram e poi aggredisce il conducente e gli agenti: arrestato dalla Polizia locale a Piazzale Roma. Protagonista uno straniero che...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Ciclista trovato morto a bordo strada a Sernaglia, forse investito e non soccorso

Trovato morto ciclista a bordo strada questa mattina. Si tratta di un uomo di 45 anni. Il deceduto è stato scoperto un paio d'ore fa al...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...
spot

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...

Covid, a Mestre centro oggi tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Mose: perito per le cerniere da le dimissioni. “Nel 2019 abbiamo rischiato”

Clamoroso al Mose. La notizia esplode questa mattina in edicola con la Nuova Venezia. L'articolo racconta nel dettaglio una durissima lettera d'accusa inviata al Provveditore...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.