mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Sciopero medici di base mercoledì e giovedì, ed è solo l’inizio

HomeSaluteSciopero medici di base mercoledì e giovedì, ed è solo l'inizio

sala attesa medico
Sciopero dei medici di base mercoledì e giovedì prossimi, l’8 e il 9 novembre. I Medici di famiglia saranno in sciopero, del resto annunciato e ora confermato, per ribadire le ragioni e i problemi che li hanno portati a questa ‘tormentata’ scelta.

Una volta fallito il tentativo di evitarlo, dopo un incontro infruttuoso tra l’assessore alla Sanità Lucio Coletto, il direttore dei Servizi socio sanitari Domenico Mantoan, e le parti sindacali (Fimmg, Snami, Intesa sindacale e Smi), lo sciopero verrà attuato e oltre agli ambulatori riguarderà anche la Continuità assistenziale e data la delicatezza che questi servizi investono, sono tanti i cittadini che sperano in una soluzione, in un accordo che metta a tacere le legittime preoccupazioni: forse uno spiraglio sembra essersi individuato in un ulteriore confronto tra regione e sindacati.

Lo sciopero sarà particolarmente “importante” perchè riguarderà per la prima volta un’astensione dal lavoro di 48 ore consecutive di una categoria di così primaria importanza.

E siamo solo agli inizi della vertenza, dato che i quattro sindacati all’unisono hanno deciso che le giornate di sciopero saranno 81 da qui, a dicembre 2018. Una scure sulla salute dei cittadini, e il Tribunale del Malato esprime tutto il suo malessere per quel che può succedere, anche se nel rispetto della legge, saranno garantiti i servizi essenziali, quali l’assistenza domiciliare e le cure urgenti ai malati cronici e terminali : queste le garanzie sindacali, che comunque non rassicurano l’utenza.

Sciopero dei medici di base che fanno seguito, con questa iniziativa, alla prima agitazione sindacale in merito alla sospensione dell’invio telematico delle ricette, ma le questioni sul tappeto sono tante e complesse. I medici di famiglia hanno affrontato questa decisione, sapendola in parte impopolare: i vaccini contro l’influenza in essere, le emergenze quotidiane e la necessità di affrontare il tema Salute in tutte le sue sfaccettature, li hanno indotti a non retrocedere ed hanno spiegato tutto a Padova, il 4 Novembre durante l’Assemblea intersindacale regionale, all’hotel Crownw Plaza .
 
Che fare intanto, si chiedono i cittadini, meglio prevenire, quindi in questi giorni gli ambulatori saranno intasati, i medici dovranno affrontare una pressante richiesta di prestazioni e prescrizioni di farmaci, e già si può prevedere la conseguenza di un aumento di presenze al Pronto Soccorso.
“Si è arrivati tardi e male”, dicono dal Centro per i diritti del malato cittadino “c’è urgenza di accordo, di tenuta della cura della salute pubblica”:
 
Insistono i sindacati per l’attuazione del Piano sociosanitario per far partire le medicine integrate, gli ospedali di comunità e il fascicolo sanitario elettronico, l’integrazione tra ospedale e territorio e la valorizzazione del ruolo dei medici di famiglia, che hanno molto da dire e rivendicare alla Regione Veneto: non ultima la questione politica, l’aver privilegiato lo sviluppo informatico settoriale, anziché la prevenzione, la valorizzazione e la risposta al bisogno di salute .

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Tuffi a Venezia: turista in topless nuota davanti alla Partigiana

Fuori programma a Venezia venerdì 21 gennaio. Una giovane turista dalla giunonica bellezza si è spogliata, si è messa in topless, e poi si è bagnata sulle acque della laguna tuffandosi dal monumento della Partigiana, ai Giardini-Biennale. C'è da dire che era...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...