domenica 16 Gennaio 2022
2.4 C
Venezia

Scintille di Federico Pace – Storie e incontri che decidono i nostri destini

HomeLibriScintille di Federico Pace – Storie e incontri che decidono i nostri destini

”La scintilla che scocca quando una vita si avvicina all’altra… […] Quello strano ed insopprimibile stimolo che ci spinge a cercare, ancora una volta, in un’altra persona, il nutrimento di cui abbiamo disperato bisogno.”

É questa l’essenza di Scintille (Einaudi, pag. 200, €14,00), la nuova raccolta di storie scritte da Federico Pace (conosciuto per i precedenti Senza volo. Storie e luoghi per viaggiare con lentezza e Controvento. Storie e viaggi che cambiano la vita). Sono le persone, assieme ai loro destini, i protagonisti di questo libro, emozionante e che va nel profondo dell’animo umano, rivelando anche quello più nascosto di certi personaggi celebri, che hanno fatto la Storia.

Ciascuno di noi viene toccato, illuminato, travolto e mutato da un incontro. Da un’amicizia o un amore. Da una sorella o da un padre. Scintille è un viaggio proprio nel cuore di queste relazioni, di quei sentimenti, che danno un senso alla nostra vita.
Raccontando le relazioni e i legami che in ogni momento della nostra esistenza intessiamo con chi ci sta accanto per sempre o solo per un breve tratto di vita, l’autore svela la natura incerta dei rapporti, entra nel cuore pulsante dei sentimenti che alimentano la nostra quotidianità e danno senso a ciò che siamo.

Federico Pace, con sedici brevi storie, celebra sentimenti ed emozioni e lo fa affidandosi all’umanità e alla Storia. In ogni racconto introduce i protagonisti senza svelare subito la loro vera identità, come per sottolineare che l’amicizia tra Paul e John (McCartney e Lennon) è lo stesso tipo di legame che possiamo avere anche noi con un nostro amico.

La storia tra Auguste (Rodin) e Camille (Claudel), unita dall’arte e dell’amore può essere paragonata ad una delle nostre, l’amicizia ai tempi della guerra, quella tra Hannah e Mary, un legame che resiste ancora nonostante la distanza. Queste sono solo alcune delle numerose storie contenute in Scintille, tutte in grado di far emozionare.

È quindi l’empatia e l’immedesimazione, la vera chiave di successo della raccolta. Ognuno di noi può essere Truffaut ed avere un rapporto così stretto come il suo piccolo amico Jean-Pierre, tutti proviamo gli stessi sentimenti, sfumature diverse ma l’amore è universale e mai come nel libro di Fedirico Pace, lo si può facilmente comprendere.

Un intreccio di storie, aneddoti, leggende, che rendono più umani sia noi che i suoi protagonisti, Scintille è in grado di coinvolgere il lettore, incuriosirlo e fargli capire che è il destino il fautore di tanti incontri, che come è accaduto a tanti altri, che hanno fatto la Storia, può succedere anche a lui.
E ricorda, che è sempre dall’incontro con l’altro che vengono decisi i nostri destini!

Alice Bianco
Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Quando la città è troppo affollata di visitatori: “Venezia la si vuole piena di turisti”. Lettere

In risposta alla lettera: "A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani". Venezia la si vuole piena di turisti !!! Questo e’ il business. Dai ragazzi, guardatevi negli occhi. Io a Venezia ci vivo da non Veneziano: le...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...