Santa Margherita: appartamento del Comune centrale dello spaccio

ultimo aggiornamento: 22/10/2017 ore 07:17

205

Locali notturni e movida a Venezia: sanzioni dei vigili, ma non è la strada

Hanno paura i residenti di Dorsoduro che abitano intorno alla Corte del Formager, a due passi da Campo Santa Margherita. Hanno buone ragioni che li hanno costretti a rivolgersi alla polizia e a denunciare i fatti. I residenti chiedono alle istituzioni di porre fine a questo stato di cose che mina la loro tranquillità.

Al civico 3676/A appartamento di proprietà comunale, c’è un via vai di spaccio e assunzione di droga. Quella casa qualche tempo fa era stata assegnata, con obbligo di firma, ad un uomo pregiudicato per omicidio e traffico di droga, il giudice gli aveva offerto un’opportunità di riscatto, forse, ma questa “occasione” si è persa in una violazione del patto.

L’uomo ha continuato a vivere in quella casa, comportandosi come si era sempre comportato, facendo di quell’abitazione luogo di spaccio, andirivieni di giovani e meno giovani che trovavano la sede comoda e adatta all’acquisto e vendita di sostanze stupefacenti, ma anche risse, rumori, cartoni incendiati, tutto provocato da comportamenti alterati e incontrollati: realtà e disagio che hanno riportato l’uomo in carcere, ma la casa ha continuato ad essere frequentata dalle stesse persone di prima e usata agli stessi scopi.

Nulla han potuto l’esecuzione dello sgombero degli ‘occupanti’ e la muratura della porta d’ingresso operati dal Comune, per porre fine al problema: se non c’è la porta, si entra dalle finestre dopo aver rotto i vetri, salendo su una terrazza e continuando ad abitare gli spazi della casa, creando forti disagi ai vicini, disturbati da comportamenti incivili e insopportabili, che continuano a segnalare, a denunciare, fino a decidere, preoccupati ed estenuati, di rendere pubblica la situazione.

Andreina Corso

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here